Via alla maratona di Roma, di corsa tra arte e storia

Maratona-Roma-ColosseoRinnovato il percorso reso più scorrevole agli oltre 10 mila podisti. Eliminati i passaggi a Tor di Quinto e sulla Tangenziale

ROMA – Appuntamento domenica mattina alle ore 9.00 in via dei Fori Imperiali. Via alla XVIII edizione della maratona di Roma, la più importante corsa italiana ormai famosa in tutto il mondo. A contendersi il premio oltre 100 mila podisti, tra cui 16 mila agonisti che percorreranno i canonici 42,195 km e gli oltre 80 mila amatori partecipanti alla stracittadina “RomaFun” di 4 km.

Lo scenario unico del Colosseo farà da tradizionale cornice alla partenza e all’arrivo dei molti appassionati (quasi la metà sono stranieri) che si stanno preparando ormai da mesi.

Quest’anno per rendere il percorso ancora più gradito ai maratoneti, gli organizzatori hanno apportato alcune modifiche che lo rendono più scorrevole eliminando i passaggi a Tor di Quinto e sulla Tangenziale (o via Olimpica), punti dolenti per la rampa di accesso in salita. Così da Ponte Duca d’Aosta, prima novità, si percorre il lungotevere costeggiando Villa Glori, si passa per l’Acquacetosa, poi scendendo per via Maresciallo Pilsudski si entra nel Villaggio Olimpico con i passaggi davanti all’Auditorium e al Palazzetto dello Sport. Inoltre, per la prima volta, si correrà anche lungo viale Giulio Cesare e via Cola di Rienzo. Ma i veri protagonisti della corsa saranno le migliaia di amatori che daranno vita al lungo serpentone colorato della stracittadina RomaFun (partenza ore 9.15 con arrivo dopo 4 km all’interno del parco del Colle Oppio).

Nell’ampia lista di atleti che possono sperare di arrivare a braccia alzate sotto il traguardo di via dei Fori Imperiali, in campo maschile la fanno come sempre da padroni keniani ed etiopi, mentre tra le donne ha una buona chance di successo la russa Plaksina, che proverà a battere la veloce keniana Kimutai.

Fino a sabato alle 20 l’atmosfera della corsa si vivrà tra i 115 stand dell’expo allestito al Palazzo dei Congressi dell’Eur dove sarà possibile iscriversi alla stracittadina (8 euro). Il Marathon Village sarà teatro di convegni, spettacoli, il percorso salute, dimostrazioni sportive, il pannello delle firme, musica, animazione e giochi per i più piccini. Quello che però rende unica la corsa capitolina, insignita dall’Associazione internazionale delle federazioni di atletica leggera della “Iaaf road race gold label” (un “bollino” attribuito solo alle migliori 16 maratone di tutto il mondo), è il suo percorso. Un tracciato di 42 chilometri che attraversa il cuore della città, in un contesto unico e libero dal traffico, tra arte, storia e cultura.

Per far questo l’agenzia per la mobilità ha previsto un piano speciale del trasporto pubblico che coinvolgerà 69 linee che saranno deviate, limitate o sospese in via temporanea oltre quelle dei tram 2-8-19 e all’110 Open tra sabato e domenica.
Inoltre nella notte tra venerdì e sabato e poi di nuovo dalle 22 di sabato, sarà chiuso al traffico un tratto di via dei Fori Imperiali tra piazza del Colosseo e largo Corrado Ricci.

Potrebbero interessarti anche