12:07 | Romano 28enne arrestato per spaccio e condannato a 4 anni

Il segnale convenuto con i consumatori della zona era semplice: l’accensione di una luce all’interno dell’appartamento. Il sistema era tanto semplice che anche per gli agenti del Commissariato Trevi, diretti da Lorenzo Suraci, non è stato difficile fingersi clienti.

Sabato sera alcuni poliziotti in borghese si sono appostati sotto casa di M.A., ventottenne romano, in attesa del segnale di ”via libera”. Gli agenti hanno suonato il campanello dell’abitazione e, come qualunque altro cliente, sono entrati in casa.
A quel punto gli uomini del Commissariato si sono qualificati e hanno proceduto alla perquisizione, trovando oltre 700 gr di cocaina pura, sostanze da ”taglio” e un bilancino di precisione, nonché altri 22 gr di hashish.

Durante la perquisizione è stata rinvenuta anche una somma di denaro per un ammontare complessivo di circa 2.400 euro, proventi dell’attività illecita. Il tutto è stato sequestrato unitamente ad un taccuino, in cui erano registrati nomi e cifre inerenti l’attività di spaccio.

Il giovane romano è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e, processato per direttissima, è stato condannato a quattro anni di carcere.

Potrebbero interessarti anche