10:03 | Benzina, è ancora record negativo. Nella Marche 1,998 euro al litro

Ennesima raffica di rincari dei prezzi raccomandati sulla rete carburanti. Incrementi che portano la situazione sul territorio a nuovi record per la benzina. Addirittura nelle Marche si è raggiunta la cifra di 1,998 euro al litro anche se, dal primo aprile, la riduzione dell’addizionale regionale allontanerà la soglia dei 2 euro lasciando probabilmente il testimone a Liguria e Toscana dove ora, sempre per via del caro accise, siamo a 1,965. Scenario nel quale è comunque da segnalare l’incremento delle quotazioni internazionali, anche in euro, per la benzina e una certa stabilità per il diesel.

Nel dettaglio, i prezzi raccomandati hanno messo a segno aumenti per Eni (benzina +0,5 centesimi e diesel +0,4), Tamoil (+0,5 solo sulla benzina), TotalErg (+0,5 ancora sulla sola verde) come pure Esso (+0,4). Da segnalare, sempre sul territorio, i prezzi in salita anche per le no-logo che risentono dei recenti rialzi delle quotazioni internazionali. Le altre punte evidenziano per il diesel 1,821 euro/litro e per il gpl 0,911, entrambe al Sud. Quotazioni medie nazionali invece a 1,883 per la benzina, 1,783 per il diesel e 0,883 per il gpl. È  quanto emerge dal monitoraggio di quotidianoenergia.it in un campione di stazioni di servizio che rappresenta la situazione nazionale per Check-Up Prezzi QE. A livello Paese, il prezzo medio praticato della benzina (in modalità servito) va dall’1,871 euro/litro di Esso e Q8 all’1,883 di TotalErg (no-logo in salita a 1,808). Per il diesel si passa dall’1,776 euro/litro di Tamoil all’1,783 di TotalErg (no-logo a 1,674). Il Gpl, infine, è tra 0,870 euro/litro di Tamoil e 0,883 di IP (no-logo a 0,830).

Potrebbero interessarti anche