17:26 | Aste italiane positive, ma lo spread aumenta ancora

Nella seduta odierna del mercato delle emissioni di titoli di Stato e bund governativi il focus è ancora sull’Italia. Il programma delle aste vede infatti Roma protagonista, con il Tesoro italiano che colloca il massimo ammontare di Btp a cinque e dieci anni, per un totale di 5,75 mld euro e di Ccteu a cinque anni, per un totale di 2,256 mld euro.

Il collocamento è stato sostenuto da una domanda fortissima e si registrano rendimenti medi in calo per i Btp decennali, sostanzialmente invariati rispetto all’emissione del 28 febbraio 2012. Facendo un bilancio della settimana, l’Italia ha più che convinto mercato e analisti, un risultato ancora più importante se si pensa al ritorno delle pressioni sui titoli periferici e, soprattutto, segnale del fatto che la domanda legata alla Ltro non sia svanita.

Tuttavia sul mercato secondario si amplia la forbice tra Btp e Bund tedeschi decennali: lo spread continua a salire, raggiungendo ora i 335 punti base, in aumento di 10,7 pb. Secondo gli esperti il movimento dello spread sarebbe dovuto più ad un trend di avversione al rischio che domina i mercati che ad altri fattori.

Potrebbero interessarti anche