La ‘Primavera Latinoamericana’ tra musica cinema e arte

primavera_latinoamericanaUn grande evento culturale internazionale dal 28 marzo al 23 maggio coinvolgerà vari spazi della Capitale

 

ROMA – Un ponte culturale tra Roma e la grande forza creativa dell’America Latina. Questo il senso e l’auspicio della prima edizione di “Primavera Latinoamericana” promossa da Roma Capitale e l’IILA – Istituto Italo – Latino Americano, in collaborazione con le Ambasciate dei Paesi membri, con l’organizzazione di Zètema Progetto Cultura.

–    20 i Paesi membri dell’IILA che partecipano: Argentina, Bolivia, Brasile, Cile, Colombia, Costa Rica, Cuba, Ecuador, El Salvador, Guatemala, Haiti, Honduras, Messico, Nicaragua, Panama, Paraguay, Perù, Repubblica Dominicana, Uruguay, Venezuela.

–    2 i mesi di programmazione, dal 28 marzo al 23 maggio.

–    4 gli spazi coinvolti, Casa del Cinema, La Pelanda, Centrale Montemartini, IILA – Istituto Italo-Latino Americano.

–    44 gli appuntamenti dedicati al cinema, all’arte, alla musica, agli incontri.

Per la Cinematografia, un programma ricco e coinvolgente che dal 28 marzo al 2 aprile presenta a Casa del Cinema, “El cine latino”, rassegna cinematografica latinoamericana a cura di Rodrigo Diaz, Direttore del Festival del Cinema Latinoamericano di Trieste. Un evento pensato come occasione nella quale ciascun Paese sarà presente con un’opera a testimoniare un continente dove la storia, le tradizioni, i mezzi disponibili e il mercato interno sono molto differenti, ma proprio per questo ricchi di storia e opportunità.

Sempre il 28 marzo partirà il primo dei 5 incontri – fino al 23 maggio giorno di chiusura della Primavera Latinoamericana – organizzati dall’IILA – Istituto Italo-Latino Americano dal titolo “America Latina: protagonista del XXI secolo” e che vedrà coinvolti  in ogni appuntamento quattro Ambasciatori dell’America Latina e un rappresentante del Sistema Italia. Incontri e confronti per valorizzare e cercare punti di integrazione delle rispettive culture.

Per le Arti Plastiche, dall’11 al 29 aprile, la Pelanda ospita “Un latinoamericano fra tradizione e contemporaneità”, mostra di Alfredo Sosabravo a cura di René Palenzuela, promossa dall’Assessorato alle Politiche Culturali di Roma Capitale – Sovraintendenza ai Beni Culturali, in collaborazione con l’Ambasciata di Cuba in Italia. Vengono esposte circa 40 opere tra tele di grandi dimensioni e sculture in bronzo e vetro di Murano di questo artista cubano, personalità di prestigio nel panorama delle arti plastiche latinoamericane. Un fuoco pirotecnico di ritmi e colori caraibici del nuovo mondo, che si fondono con le tecniche artistiche della tradizione artigiana e codici ancestrali, uniti in creazioni fantastiche di estrema attualità.

Per la Musica, sarà invece di scena alla Centrale Montemartini dal 13 aprile al 5 maggio (ogni venerdì e sabato) “La música latina” un viaggio – in collaborazione con le Ambasciate di Brasile, Cuba, Honduras, Uruguay in Italia – attraverso la ricchezza dei ritmi e delle sonorità latinoamericane. Esibizioni di chitarra e voce, pianoforte, basso, percussioni. Composizioni di Tom Jobim, Chico Buarque, Vinícius e Toquinho, Gilberto Gil, pezzi storici come “La Cumparsita “, ritmi caraibici e sonorità contemporanee per viaggiare tra i ritmi magici della musica latinoamericana.

Un impegno importante per l’IILA che vuole far conoscere, in questo modo, il ricco patrimonio culturale latinoamericano e la realtà artistica dell’America Latina, con un’attenzione particolare alla valorizzazione dei talenti e alle capacità e competenze necessarie per le attività creative, in entrambi i continenti, europeo e latinoamericano.

Calendario_festival

Potrebbero interessarti anche