16:31 | Federlazio ed Intesa Sanpaolo insieme per lo sviluppo e le imprese del Lazio

Federlazio ed Intesa Sanpaolo – insieme alle Casse di Risparmio di Rieti, di Civitavecchia e della Provincia di Viterbo che nell’ambito del Gruppo sono presenti sul territorio – hanno firmato oggi un accordo di collaborazione per sostenere le imprese associate e favorire lo sviluppo dell’economia laziale. L’accordo prevede l’applicazione di nuove modalità di dialogo tra la Banca e gli associati di Federlazio, favorendo una completa valorizzazione dell’analisi dell’attività imprenditoriale sotto il profilo quantitativo e qualitativo.

L’intesa firmata oggi da Luciano Nebbia, direttore regionale Toscana, Umbria, Lazio e Sardegna di Intesa Sanpaolo, e dal presidente di Federlazio, Maurizio Flammini, consente inoltre l’individuazione di strumenti di finanziamento che possano supportare i processi di riequilibrio della gestione finanziaria, di liquidità e ricapitalizzazione dell’impresa e di supporto ai progetti di sviluppo industriale.

A tal fine Intesa Sanpaolo e Federlazio intendono sviluppare e intensificare i rapporti di collaborazione per favorire l’accesso al credito delle imprese, per facilitarne l’operatività commerciale e per supportare le aree di bisogno prioritarie in termini di sviluppo della competitività. Crescita e competitività delle imprese laziali e delle reti d’impresa sono infatti gli obiettivi prioritari dell’accordo, perseguibili soprattutto attraverso investimenti nel campo di innovazione e ricerca, energie rinnovabili e sostenibilità ambientale, internazionalizzazione, patrimonializzazione e crescita dimensionale.

Grazie a questo accordo Intesa Sanpaolo mette infatti a disposizione degli associati di Federlazio una serie di soluzioni finanziarie destinate anche a diversi ambiti di attività dell’impresa, come ad esempio il settore dell’Edilizia Abitativa al quale è rivolto il “Servizio Accolli” che ha l’obiettivo di supportare le imprese costruttrici nella vendita degli immobili fornendo risposte tempestive sulla valutazione creditizia della clientela.

L’accordo va anche incontro all’esigenza di attivare tutti gli strumenti che consentano di migliorare la reciproca conoscenza impresa-banca nella valutazione dei business aziendali. A tal fine Intesa Sanpaolo, grazie alla collaborazione di Federlazio, mette a disposizione delle imprese alcuni strumenti che permetteranno agli imprenditori di eseguire un’autovalutazione della propria attività che vada oltre i soli dati quantitativi, e di valorizzare gli elementi di know-how ed intangibili.

Le attività riferite all’accordo verranno periodicamente monitorate al fine di valutarne lo sviluppo e per verificare l’efficacia delle misure concordate.

Potrebbero interessarti anche