Arriva in Italia l’Eurojackpot: dal 6 aprile la fortuna è europea

eurojackpot_TEASER_1095884cParte la lotteria che abbraccia 10 paesi del Vecchio Continente. Montepremi di 12 milioni. Ecco come giocare

 

ROMA – Per giocare si scelgono 5 numeri da 1 a 50 e due da 1 a 8. Per sognare i dodici miliardi di euro messi in palio bisognerà alleggerire il portafogli di soli due euro, senza contare che le possibilità di vincita sono tantissime, molte più rispetto alle lotterie “cugine”.

Parte anche in Italia, da venerdì 6 aprile, “Eurojackpot”, il Superenalotto europeo, che sarà gestito da Sisal e al quale partecipano dieci paesi in tutto il Vecchio Continente. Il gioco è già partito in Germania, Paesi Bassi, Danimarca, Finlandia, Estonia e Slovenia, dove si sono tenute due estrazioni, ma nessuno finora ha centrato la combinazione massima e il montepremi per venerdì prossimo è di 12 milioni. Si uniranno a breve anche Svezia, Norvegia e Islanda.

E tra pochi giorni sbarcherà anche in Italia, anche se le schedine erano nelle ricevitorie autorizzate già da un pò: proprio oggi i Monopoli di Stato hanno pubblicato il regolamento della lotteria, ultimo step necessario per aprire le giocate nella penisola. Le categorie di premio sono 12 e vanno da dal 2+1 e l’1+2 (rispettivamente una possibilità su 35 e una su 80 di vincere), fino al 5+2 (1 su 59,3 milioni).

Tra le particolarità del gioco, il fatto che i montepremi non potranno superare i 90 milioni (in caso l’eccedenza andrà a incrementare i premi di categoria inferiore). Se la combinazione massima non viene centrata per 13 estrazioni consecutive, il jackpot viene diviso tra quanti hanno colto nell’ultimo concorso il 5+1, e in assenza anche di questi ultimi il 5. Ogni volta che il jackpot cade, il montepremi ripartirà da almeno 10 milioni. le estrazioni si tengono ogni venerdì ad Hlesinki.

Buone notizie per chi deciderà di affidarsi alla dea bendata internazionale: le chance di vincere quindi sono nettamente maggiori di quelle del SuperEnalotto, per il quale ci sono una possibilità su 622 milioni di centrare il 6. In altre parole centrare la combinazione massima dell’EuroJackpot è dieci volte più facile. Ma non solo. Anche lo Stato italiano avrà benefici dalle giocate europee: il 50% della raccolta andrà al montepremi e il 38% all’Erario, con incassi previsti per lo Stato di circa 360 milioni in tre anni.

L’introduzione del nuovo gioco, previsto dalla manovra economica dello scorso agosto, è stata inserita dal decreto di ottobre di Aams, in cui è stata lanciata anche la tassa sulla fortuna (prelievo del 6% sulla parte eccedente le vincite sopra i 500 euro). Nella manovra di agosto, sottolinea Agipronews, il Governo puntava ad assicurare allo Stato dal comparto giochi e tabacchi, per il triennio 2012-2014, maggiori entrate per un importo complessivo di 1,5 miliardi di euro l’anno.

Potrebbero interessarti anche