Chirurgia estetica, dalla Svizzera tecniche innovative

sneijderUn centro specializzato nel trapianto di capelli. Aumento della domanda anche fra le donne che rappresentano il 30%

 

ROMA – Il fattore estetico, uno dei must dell’era berlusconiana, continua a rappresentare un business di notevoli dimensioni nelle società contemporanee avanzate. Si discute di nuovi prodotti, di interventi chirurgici a gogò, di danni irreversibili creati da incaute iniziative, di uomini che sorpassano le donne, e di molto altro ancora.

Oggi tuttavia il discorso si fa più serio e affronta problemi reali. Il fattore scientifico e professionale riconquista il primo posto e diventa precondizione per qualsiasi intervento estetico. In questo quadro, si segnala una novità in arrivo a Roma.

La svizzera Ht Clinic, che è presente in tutto il mondo, da New York alla Cina, propone per la prima volta nella sede di Roma, una tecnica innovativa per il trapianto di capelli. Per saperne di più abbiamo intervistato, il chirurgo plastico e microchirurgo del Centro, la dottoressa Adigoni Mahera. 

Ci dice in termini semplici come funzione questa nuova tecnica?
Intanto, voglio dire che il nostro centro è specializzato nel trapianto di capelli e che abbiamo un’esperienza di oltre 35 anni. Oggi, la tecnica che dà migliori risultati è la Fue (un acronimo che indica il trapianto di capelli per singole unità), anche perché non lascia cicatrici visibili. Siamo partiti da questa base per sviluppare un modo all’avanguardia di operare, la Slc (Swiss Luxury Clinic)-Fendi (Follicular Extraction Needles Direct Implantation).

La SLC-FENDI è una tecnica del tutto nuova, consiste nell’estrazione di follicoli nella parte della nuca con uno strumento che permette una precisione mai vista prima di oggi e l’impianto nelle zone diradate avviene sempre tramite aghi sottilissimi, per avere la densità desiderata e la giusta inclinazione dei capelli.

Come avviene l’intervento?
Nessuna anestesia generale, è come dal dentista quando viene addormentato un labbro, si può procedere con alcune gocce di anestetico nella parte della nuca interessata dall’espianto di capelli. Poi, i capelli rimossi vengono immediatamente reimpiantati con grande precisione nelle zone dove mancano. La durata dell’intervento dipende da quanti capelli si decide di trapiantare, ma di certo c’è il fatto che dopo la seduta il paziente può riprendere immediatamente le sue attività.

Perché avete deciso di lanciare questa nuova tecnica proprio in Italia?
A Roma, siamo presenti da diverso tempo, però adesso questa nuova tecnica arriva prima di tutto in Italia perché la richiesta è molto alta. Noi siamo molto attenti alla discrezione e alla privacy, non posso dunque dire di più. Se non il fatto che le richieste stanno arrivando sempre di più anche dalle donne che sono circa il 30% dei nostri clienti. Dunque, la lotta alla perdita dei capelli non è più un’esclusiva solo maschile.

Potrebbero interessarti anche