16:57 | Giochi, la tassa sulla fortuna slitta al 1° settembre

Le Commissioni Bilancio e Finanze del Senato hanno dato il via libera all’emendamento al decreto fiscale, presentato dai relatori Azzollini e Baldassarri, che dispone lo slittamento dell’introduzione al 1° settembre prossimo della cosiddetta tassa sulla fortuna (il 6% che si applica alle vincite superiori ai 500 euro, per la sola parte eccedente, di giochi numerici, Gratta e Vinci e Videolottery).

A compensare il mancato gettito – fa sapere Agicos – sarà una accelerazione delle novità introdotte per Lotto e Superenalotto con il decreto del direttore generale dell’Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato 12 ottobre.

L’emendamento dei relatori cita inoltre la nuova lotteria EuroJackpot, le cui vincite dovrebbero essere assoggettate alla tassa sulla fortuna: i relatori chiedono di “rendere la legislazione nazionale pienamente coerente con quella degli altri Paesi, e di allineare il trattamento delle vincite non riscosse alla generale disciplina comunitaria”.

Potrebbero interessarti anche