In arrivo parcheggi per oltre 4.300 posti auto

parcheggiNel 2013 si chiudono infatti 23 cantieri e altri 18 proseguiranno. Cna: “Più posteggi riservati alla sosta”

 

ROMA – Entro un anno la città avrà 4.303 posti auto, di cui 3.464 pertinenziali e 839 a rotazione. Entro aprile 2013 si chiudono infatti 23 nuovi parcheggi mentre per altri 18, sempre entro aprile dell’anno prossimo, saranno completate le opere di sistemazione superficiale (proseguiranno invece i lavori di realizzazione dei parcheggi sotterranei) che, una volta ultimate comprenderanno altri 4.240 nuovi posti auto, di cui 2.968 pertinenziali e 1.272 a rotazione. Un piano parcheggi dunque strategico per combattere il traffico e la tanto odiata ‘doppia fila’.

L’annuncio lo ha dato il sindaco Gianni Alemanno insieme al delegato ai Parcheggi Alessandro Vannini. “Quello dei parcheggi – ha etto Alemanno – è una prassi antica per la nostra città che, in passato, ha scatenato polemiche e reazioni. Il Piano parcheggi presentato -ha aggiunto- è un processo virtuoso. I parcheggi servono ai cittadini, ma sono utili anche a decongestionare dal traffico la nostra città poiché limita il numero di macchine parcheggiate su strada”.

Piano_interventi_parcheggi

Tra i primi parcheggi ad essere inaugurati c’è quello di piazza Cavour che secondo quanto dichiarato dal sindaco “verrà ultimato nelle prossime settimane”. Di annunci però il parcheggio ne ha sentiti parecchi. Ultimo quello che lo riconsegnava ai cittadini il 24 gennaio scorso.

Tra gli interventi in corso di ultimazione, a parte i 23 parcheggi che proteranno nella casse comunali poco meno di 17 milioni di oneri concessori, ce ne saranno altri 18 per le quali saranno completate solo le cosiddette opere di sistemazione superficiale. Si tratta infatti di cantieri “top-down”: per i quali cioè il lavoro parte dalla superficie per scendere poi ai piani sottostanti in modo da riconsegnando subito le aree ai cittadini. Per questi 18 parcheggi, gli oneri concessori ammontano a circa 12,5 milioni di euro che “saranno utilizzati – ha spiegato Vannini – per effettuare opere di sistemazione stradale che servono al territorio”.

Per Alemanno quello del Piano urbano parcheggi “è una scelta irrinunciabile, quindi dico ai comitati che non bisogna avere paura di queste opere. Da parte nostra c’è la massima disponibilità al confronto ma è necessario andare avanti e completare questi parcheggi”. “Apprezziamo la collaborazione del sindaco e del delegato, onorevole Alessandro Vannini, a dialogare con le necessità del territorio”, gli risponde Giovanna Marchese Bellaroto, responsabile Cna di Roma Commercio.

“Chiediamo però – prosegue – che nella realizzazione del Piano sia riservata una maggior quota, rispetto a quella del 30% attualmente prevista, alla sosta a rotazione destinata al parcheggio delle auto. A beneficio dei cittadini che si spostano all’interno della città per raggiungere le strade commerciali. Questo contribuirebbe a far sì che i romani che vivono e lavorano nei pressi dei cantieri in via di realizzazione accettino il disagio momentaneo, consapevoli dei futuri benefici”.

Infine per quanto riguarda invece i parcheggi privati, finora sono state sottoscritte 94 convenzioni e rilasciati 43 permessi di costruire. Risultano essere in corso di esecuzione 42 interventi e quasi ultimati 25 parcheggi, per un totale di 3.672 posti auto (3.069 pertinenziali e 603 a rotazione).

 

IL PIANO PARCHEGGI:  PianoParcheggicommissariale.pdf

Potrebbero interessarti anche