Settimana della cultura, si aprono le porte all’arte

Villa_Torlonia

Da sabato 14 a domenica 22 aprile un ricco calendario di eventi e manifestazioni in tutta la città. Musei, mostre, ville, biblioteche, aree archeologiche apriranno gratuitamente le porte ai visitatori

 

ROMA – Anche quest’anno, il MiBAC per promuovere e valorizzare il Patrimonio culturale italiano apre gratuitamente le porte di musei, ville, monumenti, aree archeologiche, archivi e biblioteche statali, per nove giorni, dal 14 al 22 aprile su tutto il territorio nazionale, offrendo un ricco calendario di appuntamenti: mostre, convegni, aperture straordinarie, laboratori didattici, visite guidate e concerti, che renderanno ancora più speciale l’esperienza di tutti i visitatori.

Lo scopo fondamentale di questa iniziativa è quello di trasmettere l’amore per l’arte e favorire nuove esperienze culturali attraverso la conoscenza dell’immenso patrimonio italiano, grazie anche al coinvolgimento di altre Istituzioni pubbliche e private, per una partecipazione estesa e capillare su tutto il territorio.

Anche Roma Capitale, dal 14 al 22 aprile, aderisce alla XIV Settimana della Cultura con un ricco calendario di eventi e di proposte culturali che spaziano dai concerti in piazza al teatro, dal cinema alla letteratura, dalle mostre alle visite guidate. 

L’assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico e Sovraintendenza ai Beni Culturali – Dipartimento Cultura partecipa all’iniziativa nazionale di promozione e valorizzazione del patrimonio culturale del nostro Paese aprendo gratuitamente al pubblico, ad eccezione dell’Ara Pacis e dei Musei Capitolini per i quali è previsto un biglietto di integrazione mostra, i suoi musei e i tanti luoghi di cultura che vanno dal centro alla periferia della città.

Saranno infatti molte le iniziative previste per rendere Roma ancora più vivace ed interessante, anche all’interno dei 20 Musei Civici – gestiti da Zètema – e dei numerosi spazi culturali che offriranno un panorama variegato di proposte di immediata fruizione.

La nuova Piazza San Silvestro, venerdì 20 aprile alle ore 18, sarà animata dal concerto dell’Orchestra del Conservatorio Santa Cecilia di Roma. L’Orchestra, formata da 60 studenti e diretta dal M° Silvia Massarelli, presenterà musiche di Georges Bizet e Ottorino Respighi

Le Case e gli spazi per la Cultura presentano un ricco programma appositamente ideato per la Settimana: iniziative dedicate ad Antonio Tabucchi con una lettura collettiva, aperta a tutti, del romanzo Piazza d’Italia alla Casa della Memoria e della Storia il 16 aprile, cui seguirà dal 17 al 19 aprile alla Casa del Cinema un ciclo di film ispirati alle opere dello scrittore recentemente scomparso. 

Nel nuovo spazio teatrale a Villa Pamphilj Casa dei Teatri e Scuderie, il 14 e 15 aprile,  lo spettacolo open air Innamorati del Sogno da W. Shakespeare e Charles & Mary Lamb e le visite guidate alla mostra Il geroglifico di un soffio. Tracce dell’attore di Jerzy Grotowski. Disegni e note di Serge Ouaknine. Testimonianza eccezionale e inedita del lavoro del regista polacco che segnato la storia del teatro del ‘900.

Alla Casa del Jazz il 19 aprile alle ore 21 concerto della band napoletana delle Corde Oblique che fonde la musica classica, il folk, il gotico e i Dead Can Dance.

La Sala Santa Rita inaugura il 18  aprile  la mostra Art-cheologia. Serge Uberti, l’esperienza di Crustumerium con una performance dell’artista francese accompagnato dal compositore Louis Siciliano.  Alla Casa della Memoria e della Storia i ragazzi dell’Accademia di Belle Arti di Roma si confrontano con gli artisti che hanno partecipato alle vicende che hanno segnato la Liberazione e la Resistenza nella mostra Il segno delle orme. Le strade dell’arte nella memoria del futuro. In occasione dell’inaugurazione il 19 aprile letture di Marco Palladini, Marco Solari e Alessandra Vanzi.

Ad un prezzo simbolico si potranno visitare i Musei Capitolini che ospitano la mostra Lux in Arcana, in collaborazione con l’Archivio Segreto Vaticano: cento documenti mai usciti prima d’ora per un evento di portata mondiale. O Le Avanguardie Russe all’Ara Pacis, 70 opere dei più grandi maestri russi di inizio Novecento tra cui Malevich, Kandinskij, Chagall, Rodchenko, Tatlin, Lentulov e Goncharova.

Anche i Musei di Villa Torlonia presentano due gioielli espositivi con Gli Artisti di Villa Strohl-Fern, un’occasione per vedere o rivedere opere che ci restituiscono il clima internazionale delle Secessioni e delle Biennali romane e le magie della Scuola romana e L’angolo del dandy che ricostruisce aspetti meno noti ma più intriganti della personalità di vari artisti tra cui Karen Blixen e Luchino Visconti. Restando nel verde delle Ville romane, il Museo Bilotti a Villa Borghese con Omar Galliani, Omar Roma Amor celebra l’amore di questo artista per Roma.

O ancora le mostre di arte contemporanea al Macro Testaccio-La Pelanda con il grande Steve Mc Curry.
Per gli amanti della fotografia, il Museo di Roma in Trastevere propone gli scatti di Leonard Freed che raccontano la sua lunga storia d’amore con l’Italia, mentre i Mercati di Traiano espongono al pubblico, con Riflessioni dal Cielo, Meditazioni in Terra: Arte Moderna Calligrafica del Mondo Arabo, 75 opere sull’uso dell’alfabeto arabo dove ogni lettera contiene un suo singolo significato. E una pennellata di romanticismo viene dagli acquerelli e incisioni della mostra  Luoghi comuni. Vedutisti francesi a Roma tra il XVIII e il XIX secolo, al Museo di Roma Palazzo Braschi, realizzati durante il soggiorno in città di pittori legati quasi tutti alla cerchia che gravitava intorno all’Accademia di Francia.

Nella rinnovata Galleria d’Arte Moderna di Roma Capitale si potrà ammirare la mostra Luoghi, figure, nature morte / Opere della Galleria d’Arte Moderna di Roma Capitale, circa 140 opere, selezionate lungo l’arco cronologico della collezione e distribuite nei tre piani dell’edificio.

Particolarmente vivi i Centri Culturali, come il Centro Culturale Aldo Fabrizi (San Basilio) con Piccoli quadri romani, spettacolo dedicato alla romanità e ispirato alla vita quotidiana in quartieri di periferia in programma il 19 aprile. Il Centro Culturale Elsa Morante (Laurentino 38) il giorno 15 celebra il suo primo compleanno con un pomeriggio di intrattenimenti culturali ed eventi dedicati all’arte, tra cui una collettiva-sintesi che riunisce alcuni degli artisti che hanno maggiormente lasciato il segno.

Il teatro biblioteca Quarticciolo, il 15 aprile alle ore 21, propone lo spettacolo “La Parabola della croce storta” e il 19 aprile ore 21 “Note di resistenza appunti di memoria”, mentre al teatro Tor Bella Monaca, sempre il 19 aprile ore 21, va in scena “Cibami”, ingresso gratuito fino ad esaurimento posto. 

Il 17 aprile, alle ore 11.30, visita-spettacolo al Teatro Argentina nei luoghi più significativi dal punto di vista storico ed archeologico (ingresso gratuito con prenotazione: 06.684000363)

Sarà anche possibile approfondire, attraverso visite guidate, la conoscenza dell’immenso patrimonio storico culturale di Roma e, allo stesso tempo, percorrere itinerari insoliti alla ricerca di storie particolari della città. Una serie di appuntamenti dedicati alla conoscenza del patrimonio meno visibile e alla scoperta di tesori “nascosti”: dagli oggetti personali di Napoleone conservati al Museo Napoleonico, alle incisioni e disegni appositamente estratti dalle cassettiere del Museo di Roma, al prezioso complesso del Sepolcro degli Scipioni, recentemente restaurato, ai rilievi di monumenti e scavi dell’Archivio Storico della Sovraintendenza, sino ai dati immateriali della cartografia del territorio di Roma.

Durante la Settimana della Cultura l’ingresso è gratuito o a costo ridotto nelle aree archeologiche, musei, monumenti e gallerie statali e nei luoghi non statali che hanno aderito. Il Circuito Colosseo, Foro Romano e Palatino saranno a pagamento.

Settimana della Cultura Roma Capitale
14 – 22 aprile 2012
Info: 060608 (tutti i giorni ore 9.00 – 21.00)  www.060608.it
www.museiincomuneroma.it
www.culturaroma.it

Potrebbero interessarti anche