17:46 | Sirti, domani presidio lavoratori davanti al ministero del Lavoro

Domani mattina decine di pullman provenienti da tutta Italia, porteranno a Roma centinaia di lavoratori della Sirti in sciopero per 8 ore a livello nazionale. I manifestanti protesteranno di fronte alla sede del Ministero del Lavoro e della Previdenza sociale in via Fornovo per dire no ai licenziamenti prospettati dal Gruppo e per chiedere il rispetto degli accordi sottoscritti lo scorso 4 agosto nella medesima sede ministeriale.

Lo rende noto Enrico Azzaro, coordinatore nazionale di settore della Uilm che riunirà nella sede di corso Trieste il coordinamento dei delegati sindacali dei metalmeccanici Uil della società in questione.

“Non condividiamo affatto –spiega Azzaro- il piano che l’azienda intende mettere in campo finalizzato esclusivamente alla drastica riduzione dei costi senza una progetto strategico di rilancio della Sirti. A tal proposito abbiamo chiesto al governo la convocazione di un tavolo rivolto ad affrontare l’intero settore delle Tlc in grave crisi, ma nello specifico contestiamo alla Sirti la mancanza di un piano di efficientamento, rispetto al programma di licenziamenti proposto. Inoltre la Sirti ha aggravato un atteggiamento che già era inaccettabile disdettando tutti gli accordi integrativi. Il sindacato darà battaglia”.

Potrebbero interessarti anche