08:03 | Le pagelle di Juventus-Lazio 2-1

La Juventus risponde al Milan e dopo una partita giocata bene, ottiene una vittoria campale nella corsa allo Scudetto. Decide Alex Del Piero, con una punizione da campione.

JUVENTUS

Buffon 6 – Non può nulla sul gol di Mauri, per il resto non è mai impensierito.

Lichtsteiner 6,5 – Punto di riferimento della manovra offensiva juventina, ha anche un paio di chance per siglare il più classico dei gol dell’ex.

Barzagli 6,5 – Non sbaglia un intervento, altra prestazione impeccabile del difensore bianconero.

Bonucci 5,5 – Bravo in fase di impostazione ma è sua la responsabilità maggiore sul gol di Mauri.

Chiellini 6 – Spinge con buona continuità, non è preciso nei cross.

Pirlo 6,5 – Tocca meno palloni di altre serate, è comunque lui ad ispirare tutte le azioni offensive dei suoi.

Marchisio 5,5 – E’ fuori dal gioco per lunghi tratti, si limita alla fase di contenimento.

Vidal 6,5 – Primo tempo di altissimo livello, durante il quale regala lampi di grande classe. Cala nella ripresa. Dall’80’ Giaccherini sv

Pepe 6,5 – Si divora un gol, si rifa poco dopo con la girata dell’1-0. E’ tornato sui livelli di inizio campionato. Dal 72′ Matri 6 – Si muove tanto ed è utile nella gestione della palla negli ultimi minuti.

Quagliarella 6 – Lotta col furore che Conte gli chiede, è poco lucido davanti ad un Marchetti superlativo.

Vucinic 5,5 – Pochi spunti con i quali mette in seria difficoltà Scaloni, soliti limiti quando si tratta di concludere. Dal 72′ Del Piero 7,5 – Entra e cambia il match: assist al bacio a Lichtsteiner che non riesce a crossare in maniera precisa per Chiellini. Il resto è leggenda.

All. Conte 7 – La Juve gioca bene, costruisce tanto e concede poco. Conte mette la ciliegina al suo lavoro con l’ingresso chirurgico di Del Piero: decisivo.

LAZIO

Marchetti 7,5 – Partita da 10 e lode per l’ex cagliaritano che riesce ad erigere un muro che sembra invalicabile. Il voto si abbassa per le evidenti responsabilità sulla punizione di Del Piero che decide la gara.

Scaloni 5,5 – Vucinic non è in serata di grazia ma il terzino argentino riesce spesso a farsi cogliere impreparato.

Diakitè 7 – Anche la sua sarebbe una prova perfetta, se non fosse per la disattenzione sul gol di Pepe: il centrocampista bianconero è tenuto in gioco proprio dal francese.

Biava 6,5 – Attento e preciso a gestire i continui attacchi che arrivano per via centrale.

Garrido 5 – Lichtsteiner fa quello che vuole, lui non è all’altezza della situazione.

Ledesma 5 – Insolitamente impreciso, nel primo tempo rischia in un paio di circostanze regalando palloni banali ai suoi avversari.

Gonzalez 6,5 – Corre con continuità incredibile, riesce anche a mantenere una buona lucidità in fase di impostazione. Dal 81′ Brocchi sv

Cana 6 – Nel primo tempo non trova la posizione in campo, nella ripresa è più presente in interdizione e ripartenza.

Candreva 5 – Dopo la buona prova con il Napoli, regala una prestazione incolore. Nella ripresa scompare dal campo.

Mauri 6,5 – E’ utilissimo in tutte le palle alte, realizza un’altra rete di bellissima fattura. Dal 72′ Hernanes 5,5 – Tocca pochi palloni, ne sbaglia diversi.

Rocchi 5,5 – Lotta da solo contro la migliore difesa del campionato, lavoro troppo arduo. Dal 74′ Kozak 5,5 – Ha il tempo per rimediare due ammonizioni sciocche.

All. Reja 5,5 – La Lazio gioca una gara di sofferenza, difficile fare punti allo Juventus Stadium anche per via di una lista infinita di assenze.

Arbitro Damato 6 – Gestisce bene le diverse situazioni di un match a tratti teso: regolare il gol di Pepe, nessun fallo su Pepe in occasione dell’azione che porta al gol di Mauri, giusta la punizione che regala il gol vittoria a Del Piero.

Potrebbero interessarti anche