15:27 | Fondi editoria, richiesta di arresto per il senatore De Gregorio (Pdl), ma lui si difende

Nella vicenda all’interno della quale sono scattate nuove accuse per Valter Lavitola è stato emesso anche un ordine di custodia cautelare domiciliare nei confronti del senatore del Pdl Sergio De Gregorio. De Gregorio, che risulta indagato nella vicenda dallo scorso febbraio, è accusato di truffa e false fatturazioni in concorso con Lavitola.

Nella nuova ordinanza di custodia cautelare emessa a carico di Valter Lavitola, del sen. Sergio De Gregorio e di altre persone, si contesta il reato di associazione per delinquere legata ai fondi per l’editoria. Il provvedimento è stato trasmesso oggi al Senato per l’autorizzazione all’esecuzione.

”Ho già dimostrato agli atti che non c’è un solo atto contabile legato alla mia collaborazione imprenditoriale con L’Avanti! che non si interrompa nel 2006, anno della mia prima elezione al Senato”. Lo afferma il senatore Pdl, Sergio De Gregorio, che assicura: ”Mi difenderò con le unghie e con i denti. Combatterò in tutte le sedi possibili per riaffermare la mia innocenza.

”Come è possibile che la mia partecipazione a quella iniziative imprenditoriale, datata nel tempo, possa essere così attualizzata per creare nuovo clamore mediatico? – si chiede ancora De Gregorio -. Sono gli ultimi, incredibili quesiti di una vicenda personale e politica in cui l’imperativo della macchina giudiziaria è quello di ‘fare notizia’, celebrando processi mediatici e non nelle sedi appropriate”.

”Per quest’ultima ‘infamia’ – conclude il senatore Pdl – non sono mai sfuggito ala responsabilità della presenza ed ho già chiesto di essere ascoltato”.

Potrebbero interessarti anche