Legambiente, vendere l’acqua per pagare la metro C

Acea_sliderGli eventuali 200 mln che il Comune ricaverebbe dalla vendita dell’Acea, 150 sarebbero spesi per la metro

 

ROMA – Il bilancio del Comune di Roma, così com’è, si presta a tutta una serie di analisi e di valutazioni di ordine politico ed economico. Tra i critici più feroci delle scelte della giunta Alemanno c’è senz’altro Legambiente che attraverso l’incrocio di alcuni dati arriva a conclusioni, a suo dire, inaccettabili.

Degli eventuali 200 milioni infatti che il Comune ricaverebbe dalla vendita dell’Acea, ben 150 sarebbero spesi per la metro C. Altri 35 milioni finirebbero ad una non meglio specificata “Manutenzione Straordinaria” in capo al Dipartimento Sviluppo Infrastrutture e Manutenzione urbana, mentre 3,7 milioni servirebbero per il restauro del Mausoleo di Augusto, 4 per la Prenestina bis e addirittura 7,3 milioni sarebbero trasferiti alla stessa Acea per investimenti. Ecco i conti del Campidoglio, che Legambiente Lazio avrebbe ricostruito spulciando il bilancio.

“Conti alla mano, è ancora più pazzesco proporre di vendere Acea in sostanza per pagare la metro C – afferma Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio -. Non solo Alemanno vuole fare carta straccia del referendum, cioè dell’espressione chiara di milioni di cittadini, ma addirittura contrappone l’acqua ad un’opera fondamentale del trasporto pubblico, visto che tre quarti dei proventi dell’alienazione Acea andrebbero a finire là. Ma come, pochi giorni fa il Sindaco dichiarava che i soldi per arrivare al Colosseo c’erano e si stava trovando una soluzione per arrivare almeno a piazza Venezia? La proposta è inaccettabile e va respinta al mittente, tanto più che la Procura regionale della Corte dei Conti ha avviato un’istruttoria sulla lievitazione dei costi di costruzione della metro C per accertare se siano stati provocati danni erariali derivanti dalla gestione dell’appalto e addirittura la Procura della Repubblica dovrà stabilire se aprire un fascicolo di indagine.”

Potrebbero interessarti anche