MiBac, i contributi 2012 agli enti dello spettacolo

Biennale_VeneziaIstituzioni si spartiscono gli stanziamenti del ministero. In cima alla top ten la Biennale di Venezia con oltre 5 milioni

ROMA – Le commissioni Cultura di Senato e Camera hanno espresso parere sullo schema di decreto ministeriale recante ripartizione dello stanziamento iscritto nello stato di previsione della spesa del MiBac per il 2012, relativo a contributi in favore di enti, istituti, associazioni, fondazioni ed altri organismi.

La Commissione del Senato, considerato che l’esame del riparto non può essere disgiunto da una più complessiva riflessione sui molteplici meccanismi di sostegno statale agli istituti ed enti operanti nel settore dei beni culturali, ha invitato il Ministero ad adoperarsi per una revisione generale dei predetti meccanismi, sulla base di criteri trasparenti e meritocratici in termini sia di destinatari sia di entità del sostegno.

A tal fine, ha invitato il Mibac a mettere a disposizione del Parlamento un elenco completo dei contributi a qualunque titolo erogati, nell’ultimo esercizio finanziario, nei confronti di enti, istituti e associazioni operanti nel settore dei beni e delle attività culturali.

Dagli stampati del Parlamento (atto n.448) si desumono le seguenti proposte ministeriali di contributi per il 2012 ad enti ed istituzioni operanti nello spettacolo, sulle quali si sono favorevolmente espresse le Commissioni:

Associazione Reggio Parma Festival euro 989.877

Fondazione Festival Pucciniano 247.494

Associazione Centro Europeo di Toscolano 74.251

Fondazìone Rossìni Opera Festival di Pesaro 862.298

Associazione Ferrara Musica 247.496

Fondazione Ravenna Manifestazioni 247.496

Fondazione Scuola di musica di Fiesole 247.276

Museo nazionale del Cinema “ Fondazione M. A.Prolo” 247.276 (per funzionamento, gestione e sviluppo del museo stesso)

Fondazione “Festival dei Due Mondi” di Spoleto 747.486

Società di cultura “la Biennale di Venezia” 5.306.832

Le proposte diverranno operative con l’emanazione dello specifico decreto del ministro per i Beni e le Attività culturali.

Potrebbero interessarti anche