Cnr, passano i presidenti ma il capo ufficio stampa resta

Ferrazzoli_MarcoMarco Ferrazzoli alla guida dell’ufficio dal 2004. L’avviso interno per la scelta tra i dipendenti dell’ente

 

ROMA – Fa discutere la conferma di Marco Ferrazzoli come capo ufficio stampa del Cnr. Stando infatti ad un’interrogazione del senatore Elio Lannutti, la chiamata diretta di Ferrazzoli sarebbe avvenuta sulla base di “un avviso interno per la ricerca tra i propri dipendenti di un capo ufficio stampa, richiedendo requisiti molto particolari e, comunque, non previsti dal regolamento recante norme per l’individuazione dei titoli professionali del personale da utilizzare per le attività di informazione e di comunicazione”. Avviso peraltro – stando alla stessa fonte – mai affisso all’Albo del Cnr.

Assunto una prima volta nell’incarico dall’allora presidente dell’ente Fabio Pistella, con contratto di tipo privatistico (la cui durata coincideva con il mandato presidenziale), nel 2007 Ferrazzoli viene confermato dal nuovo presidente Luciano Maiani che a sua volta, a settembre dell’anno scorso, è sostituito da Francesco Profumo.

Passano i presidenti ma Ferrazzoli resta al suo posto. Anche Profumo infatti, nominato ministro dell’istruzione e della ricerca, è costretto a passare la mano, ma prima di lasciare fa in tempo a prorogare fino al 31 dicembre 2011 l’incarico di Ferrazzoli. Nell’interregno tra l’uscita di Profumo e l’arrivo del nuovo presidente Nicolais, il 2 gennaiodi quest’anno l’ex capo ufficio stampa viene assunto, per chiamata diretta, dal Cnr come dipendente a tempo determinato, con la qualifica apicale di dirigente tecnologo. Nove giorni dopo il Cnr pubblica l’avviso interno di cui si è detto per la ricerca del nuovo capo ufficio stampa tra i propri dipendenti di ruolo.

Il direttore generale in prorogatio del Cnr, Fabrizio Tuzi, nomina la commissione esaminatrice e sulla base delle indicazioni di questa il 10 aprile scorso dispone la nomina di Marco Ferrazzoli a direttore dell’ufficio stampa del Cnr, proprio mentre entrano in vigore le nuove procedure per la selezione dei responsabili dei maggiori organi di ricerca dell’Ente.

Con un curriculum professionale di tutto rispetto, il senatore Lannutti chiede di sapere se sotto il profilo formale la nomina di Ferrazzoli sia stata possibile solo grazie alla predetta assunzione come dirigente tecnologo a tempo determinato e se è vero che altri giornalisti professionisti dipendenti dal Cnr non abbiano partecipato alla selezione interna “ritenendo del tutto inaccettabili i requisiti specifici richiesti”.

Potrebbero interessarti anche