13:50 | Rosy Mauro al Senato: “Resto al mio posto”

La vice presidente del Senato Rosy Mauro torna a presiedere l’Aula dopo l’espulsione dal gruppo della Lega avvenuta il 12 aprile. In questo periodo è stata sostituita dal presidente Renato Schifani. Il ritorno in Aula è stato contestato dall’Idv ma la senatrice ancora iscritta al gruppo misto ha ricevuto anche applausi.

“Intendo attenermi scrupolosamente, come ho sempre fatto e sempre farò nello svolgimento delle mie funzioni, al regolamento del Senato”. Lo ha detto il vicepresidente del Senato, Rosi Mauro a conclusione di una lunga serie di interventi in Aula sull’opportunità delle sue dimissioni.

Mauro ha sottolineato come il regolamento sia ”chiaro” e preveda ”un solo caso di decadenza da un incarico” del consiglio di presidenza, e cioé quello che riguarda ”un senatore segretario del Senato eletto in rappresentanza di un gruppo a favore un senatore di un gruppo privo di rappresentanza”.

“Personalmente non avrei mai voluto trovarmi in questa situazione, né avrei voluto che si trovasse l’assemblea del Senato, che mi ha eletto vicepresidente con 161 voti” ha sottolineato Mauro, ricordando di aver rimesso nelle mani del presidente Schifani il mandato di vicario, ottenuto in virtù di quei voti, ”per senso di responsabilità”.

“Da questo banco – ha rimarcato Mauro – intendo dare risposte esclusivamente istituzionali”. Ciò nonostante la vicepresidente ha ricordato come la sua uscita dalla Lega Nord non è avvenuta ”per mia scelta” e come ad essa sia ”seguita la ratifica del gruppo del Senato non senza qualche sofferenza”.

“Ora io sto nel gruppo Misto – ha tenuto a chiarire Mauro – e mi trovo nella stessa situazione di altri componenti del consiglio di presidenza. Nella passata legislatura due vicepresidenti sono passati ad altri gruppi, senza che questo abbia comportato turbolenze o richieste di dimissioni”.

Potrebbero interessarti anche