16:21 | Comune Roma, Alemanno: “Mi ricandido, no a giochi di palazzo”

Nel volume sui ‘Quattro anni di Roma. Fatti e progetti della giunta Alemanno’, presentato oggi dallo stesso primo cittadino della capitale, c’è anche la candidatura dello stesso alle prossime elezioni comunali.

Ed è lo stesso sindaco ad annunciarlo durante la conferenza stampa. “La mia ricandidatura per un nuovo mandato da sindaco di Roma c’è, mi auguro che averlo messo nero su bianco valga in termini definitivi per tutti”. Ancora una volta il sindaco di Roma Gianni Alemanno è tornato a parlare della sua candidatura per la corsa alla poltrona di primo cittadino nel 2013.

Nel corso della presentazione del bilancio di 4 anni di lavoro, il sindaco ha voluto fugare ogni dubbio: “La mia ricandidatura non può essere messa in discussione per giochi di palazzo. Stanno tentando – ha aggiunto il sindaco – di metterla in discussione, c’è una guerra preventiva, ma preferirei che questi si mettessero l’anima in pace”. “Lo ripeto – ha aggiunto Alemanno – sarò candidato come sindaco di Roma nel 2013, ma prima ci saranno le primarie. Quattro anni di semina devono andare avanti e non possiamo tornare indietro. E’ stato fatto uno sforzo enorme per imprimere un cambiamento di rotta, lo ripeto, bisogna andare avanti e io continuerò a fare il sindaco di Roma”.

Ed ha ancora aggiunto il sindaco di Roma Gianni Alemanno: “Sono stati 4 anni temibili con risultati eccezionali. Mi ricandido non per una mia impuntatura personale ma per quello che è stato fatto in tutti questi anni. Abbiamo la coscienza di avere agito molto bene. Siamo sulla strada giusta -ha sottolineato ancora- bisogna poi uscire da una contraddizione. Roma è una città meravigliosa ma afflitta dalla difficoltà di affrontare il futuro.

“Alemanno vuol fare le primarie nel centrodestra. Può illustrare che cos’è il centrodestra senza Udc e La Destra? Con lui in campo le primarie sono il primo turno delle comunali. Se vuole le primarie sgombri il campo dalla sua candidatura: chi è stato sindaco di un monocolore Pdl non può pretendere che chi è stato all’ opposizione di Alemanno, debba sostenerlo per rispondere del suo malgoverno. L’ insistenza sulla ricandidatura sta diventando provocatoria”. E’ quanto dichiara in una nota Francesco Storace, segretario nazionale de La Destra.

Potrebbero interessarti anche