12:41 | Rap e hashish in pieno centro, sala incisione base di spaccio

Uno studio di registrazione musicale trasformato in una vera e propria “base” per lo spaccio di droga. E’ la scoperta fatta non lontano da via Nazionale dalla polizia che ha arrestato R.M.J., 30enne romano, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti: quando i poliziotti sono arrivati nel sottoscala, oltre alla musica di sottofondo, sono stati accolti dal fumo proveniente dalla cantina. Ed entrati nel locale, hanno sorpreso la band musicale intenta ad assumere hashish e marijuana.

Gli uomini del Commissariato Esquilino stavano già da qualche giorno monitorando lo stabile di via del Boschetto. Ieri pomeriggio hanno deciso di effettuare un controllo nella sala di incisione musicale trovando tracce di sostanza stupefacente sulla scrivania: con l’aiuto delle unità cinofile hanno setacciato anche gli altri due ambienti dello studio, rinvenendo all’interno di una valigetta nascosta sotto la consolle dj circa 200 grammi di hashish, 100 grammi di marijuana, un bilancino di precisione ed altro materiale atto al confezionamento dello stupefacente.

R.M.J. ha dichiarato agli agenti di esserne il proprietario ammettendo le sue responsabilità. Lo stupefacente era occultato nelle custodie per strumenti musicali, adeguatamente imbottite.

Potrebbero interessarti anche