17:33 | La Borsa chiude la settimana in rosso

Dopo un avvio mediocre, anche oggi la Borsa italiana chiude con il segno rosso. L’indice Ftse Mib perde l’1,41%, concludendo una settimana negativa. Ogni giorno il motivo della flessione è cercato in giro per il mondo. Secondo gli analisti, oggi i dati sull’occupazione negli Stati Uniti avrebbero influenzato negativamente i corsi azionari europei.

Anzi le perdite sono limitate perché Piazza Affari avrebbe beneficiato della riscossa dei titoli bancari: Banco Popolare guida i rialzi del comparto con un progresso di oltre il 3%. Vanno bene anche le Finmeccanica (+2,3%), dopo il calo della vigilia. Invece sono deboli le Fiat (-1,1%) e le Fiat Industrial (-2%). Fuori dal paniere principale le azioni della Juventus segnano un progresso del 6,9%, nell’attesa degli incontri del fine settimana che potrebbero essere decisivi per lo scudetto.

Sul fronte valutario l’euro è scambiato a 1,31 dollari (stabile). Ancora in calo il petrolio, con il Wti in flessione di oltre l’1% a 101,39 dollari al barile, senza alcun beneficio sui prezzi al consumo dei carburanti. Lo spread infine dei nostri Btp decennali sui bund tedeschi è sceso da ieri dello 0,37% a quota 385,33.

Potrebbero interessarti anche