Il mare di Roma dà una nuova spinta al turismo

stabilimento_ostiaProtocollo d’intesa tra Comune, Federalberghi e l’associazione balneare Sib. Sconto del 50% negli stabilimenti di Ostia

ROMA – Stamattina in Campidoglio il Sindaco di Roma Gianni Alemanno ha apposto la sua firma su un un protocollo d’intesa tra Roma Capitale, Federalberghi Roma, e l’associazione balneare Sib Roma. «Il secondo polo turistico è un’opportunità incredibile di crescita del territorio – ha detto Antonio Gazzellone, delegato al turismo di Roma Capitale – La collaborazione tra istituzioni ed associazioni di categoria ci ha permesso anche di contrastare la crisi mantenendo uno standard qualitativo di grande eccellenza, ma con prezzi vantaggiosi che hanno ulteriormente incoraggiato i turisti a scegliere Roma come meta di vacanza. Promuovere il mare di Roma fa parte della strategia che stiamo portando avanti ed anche questo protocollo d’intesa va in questa direzione».

Secondo il protocollo stipulato stamattina, per l’intero periodo estivo, gli ospiti in soggiorno presso tutti gli hotel associati a Federalberghi Roma a fronte dell’esibizione di un apposito voucher promozionale potranno ottenere presso gli stabilimenti balneari aderenti a Sib Roma uno sconto pari al 50% dal prezzo di listino normalmente applicato al pubblico per il servizio di noleggio di sedia a sdraio, ombrellone e lettino.

Un accordo che apre simbolicamente ai visitatori della Città eterna la via per Ostia, una località che con diciannove km di arenile e decine di stabilimenti balneari può ormai definirsi un’oasi marina tra le più suggestive del mediterraneo.

“Il mare di Roma – ha detto il Presidente di Federalberghi Roma Giuseppe Roscioli – diventa oggi un’opportunità importante per il turismo della Capitale e del suo territorio, soprattutto in termini di servizi aggiuntivi finora poco conosciuti dai nostri visitatori. Il grande lavoro svolto dalle istituzioni in sinergia con le categorie imprenditoriali per dare vita al Secondo Polo Turistico porta così i primi concreti frutti. Con questo accordo, figlio della grande crescita infrastrutturale di Ostia, ci allineiamo in termini di competitività alle mete mondiali che uniscono alle attrattive cittadine quelle del relax balneare, e Roma diventa la prima grande capitale europea a poter proporre un’offerta fatta di arte, cultura e spiagge”.

Potrebbero interessarti anche