16:22 | Agenzia del Farmaco, nuovo regole per il Cda e gli organi collegiali

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto del ministro della Salute, di concerto con il ministero per la Pubblica Amministrazione e la Semplificazione e il ministero dell’Economia e delle Finanze concernente la ‘Modifica al regolamento e funzionamento dell’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)’.

Tra i cambiamenti più significativi introdotti dal nuovo Regolamento figura la possibilità per il Consiglio di Amministrazione di modificare l’assetto organizzativo dell’Agenzia, su proposta del direttore generale, per garantire la massima funzionalità di Aifa in relazione alla rilevanza e alla complessità delle competenze attribuitele.

Vengono poi ridefinite le composizioni degli organi collegiali per una loro maggiore razionalizzazione: la Commissione Tecnico-Scientifica (CTS) e il Comitato Prezzi e Rimborso (CPR) saranno composte da dieci membri ciascuna, dei quali tre verranno nominati dal ministero della Salute, uno da quello dell’Economia e quattro dalla Conferenza Stato-Regioni.

Il direttore generale Aifa e il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità sono componenti di diritto di entrambe le Commissioni. Gli organi collegiali durano in carica tre anni e sono rinnovabili una sola volta (a differenza del precedente regolamento che prevedeva una durata quinquennale e l’impossibilità del rinnovo del mandato), i componenti non di diritto dovranno essere scelti tra soggetti pubblici con esperienza almeno quinquennale in tema di valutazione, utilizzo clinico e determinazione del prezzo dei farmaci.

A ciascun componente non di diritto delle Commissioni spetta un’indennità annua lorda di 25 mila euro.

Potrebbero interessarti anche