La prima volta del Guardasigilli Severino al plenum del Csm

SEVERINO-PAOLA-SLIDERSul tappeto diverse questioni da risolvere come il concorso in magistratura o la riduzione dei tribunali

 

ROMA – Per la prima volta dal suo insediamento, oggi alle 16.30, il Guardasigilli Paola Severino parteciperà al plenum del Consiglio Superiore della Magistratura con un intervento sulle problematiche relative al funzionamento della giustizia.

Un primo scambio di idee, in cui i consiglieri di Palazzo dei Marescialli coglieranno l’occasione per sapere cosa intenda fare il ministro della ben nota e annosa questione della Scuola per la magistratura che è ancora in alto mare, nonostante per una delle sue sedi, quella di Bergamo, i costi siano già arrivati a un milione di euro.

Sul tappeto, anche le modalità con cui il governo intende risolvere la questione dei 325 vincitori del concorso in magistratura ancora a spasso perché non ci sono le risorse finanziarie per assumerli. Proprio la scorsa settimana il plenum con un documento ha deciso di incalzare il ministro su questi temi, così come è probabile lo faccia anche sulla questione della revisione delle circoscrizioni giudiziarie e cioè sulla riduzione dei tribunali; un’operazione che secondo il ministro porterebbe a risparmi di almeno 80 milioni di euro, ma su cui non ha sinora chiesto un parere al Csm, provocando qualche malumore tra i consiglieri.

Ed è possibile che ci siano accenni anche alle questioni più calde in materia di giustizia: dalla riforma della responsabilità civile dei magistrati, a quella della corruzione e delle intercettazioni. È proprio di queste ore l’approvazione, ieri, dell’emendamento Giachetti che pone limiti agli incarichi fuori ruolo dei magistrati, su cui il Governo è andato sotto e per cui la Severino ha auspicato in un ripensamento. Un tema che ha un’alta probabilità di essere affrontato.

(Valentina Marsella)

Potrebbero interessarti anche