09:55 | Benzina, prezzi ancora giù, la verde è a 1,86 euro

Il “rimbalzino” delle quotazioni dei prodotti sul mercato internazionale, almeno per ora, non arresta la discesa sulla rete carburanti nazionale: Eni (tuttora molto competitiva) ha trainato “saggiamente” al ribasso e adesso assiste al riposizionamento di tutti gli altri. Del resto, gli spazi per “tagliare” ci sono ancora.

Nel dettaglio, i prezzi raccomandati registrano oggi questi interventi: Esso (-2 cent euro/litro su benzina e diesel); Shell (-1 sulla benzina); Q8 (rispettivamente -1,5 e -1); IP (-2 e -0,5); Tamoil (-2 e -1); TotalErg (-1,2 e -0,3). È quanto emerge dal monitoraggio di quotidianoenergia.it in un campione di stazioni di servizio che rappresenta la situazione nazionale per Check-Up Prezzi QE.

Prezzi praticati sul territorio in conseguente diminuzione, mentre si accorcia il gap tra compagnie petrolifere e no-logo. Medie nazionali con la benzina che torna sotto quota 1,860 euro/litro (diesel a 1,753 e Gpl a 0,867). Flettono ancora anche le punte massime: benzina 1,954 euro/litro; diesel 1,791 e Gpl sotto 0,900.

Il prezzo medio praticato della benzina (in modalità servito) va dall’ 1,837 euro/litro di Eni all’ 1,859 di Shell (no-logo ferme a 1,736 euro/litro).

Per il diesel si passa dall’ 1,743 euro/litro ancora di Eni all’ 1,753 di Q8 e Tamoil (no-logo giù a 1,609). Il Gpl e’ tra 0,833 euro/litro di Eni e 0,867 di TotalErg (no-logo a 0,810).

Potrebbero interessarti anche