Giovani@teatro, 13 spettacoli gratuiti nei teatri di periferia

teatro_giovani

Dal 15 maggio al 12 ottobre, giovani compagnie romane portano in scena spettacoli divertenti e impegnati nei teatri dell’hinterland della Capitale

 

Parte martedì 15 maggio Giovani@teatro, l’iniziativa che fino al 12 ottobre porta in scena 13 spettacoli di giovani compagnie romane in 10 spazi culturali e teatri di periferia. Tutto ad ingresso gratuito.

Il ricco programma spazia tra spettacoli impegnati e divertenti che affrontano contenuti di attualità e non solo: dal precariato alla maternità, dalla droga ai reality show, dalla storia recente di Roma alla vita nascente, dai giovani di ieri a quelli che popolano le notti di oggi.

Tra gli spazi coinvolti nel progetto anche la Centrale Montemartini, il Teatro di Tor Bella Monaca e il Centro Culturale Elsa Morante, nei quali l’iniziativa si avvale della collaborazione con l’Assessorato alle Politiche culturali e Centro storico di Roma Capitale Sovraintendenza ai Beni Culturali.

“Una rassegna teatrale per incontrare i giovani e raccontarli in maniera alternativa, portando, al tempo stesso, cultura e contenuti di alto profilo nelle periferie”, dichiara l’assessore alla Famiglia, all’Educazione e ai Giovani, Gianluigi De Palo “un’iniziativa a ingresso gratuito per raccontare la bellezza nei teatri di periferia”.

Giovani@teatro” nasce per accontentare quanti cercano iniziative culturali a basso costo e, al tempo stesso, per offrire valori ed emozioni in maniera diretta prevalentemente nei luoghi di periferia, dove in tanti, spesso, si sentono esclusi.

“Fame di cultura, quindi, che ha dato vita a una rassegna teatrale volta a raccontare i ragazzi nella loro eterogeneità e complessità, portando contenuti importanti e spunti di riflessione. “L’arte – racconta l’attore-regista Claudio Morici – è la forma di bellezza più alta. Bisogna andare incontro al desiderio di bellezza dei giovani, partendo anzitutto dalle tematiche vicine al loro universo, attraversando e narrando il sociale, la storia, il precariato, la modernità e l’impegno civile”.

Ironia, riflessione e dramma, come nell’appuntamento di apertura presso il Teatro Roma (martedì 15 e mercoledì 16 maggio), dove andrà in scena Un giorno lungo un anno: storia, scritta e diretta da Morici, di due giorni marchiati a fuoco sulla pelle di Roma: 19 luglio del ’43 (Il bombardamento di San Lorenzo) e 24 marzo del ’44 (Fosse Ardeatine). “Si tratta di una rappresentazione che ha già riscontrato grande approvazione – continua Morici – è stata portata nelle scuole ed è un esempio di ciò che questo progetto vuole consegnare ai ragazzi”.

Per il programma completo http://www.incontragiovani.it/cultura-e-spettacolo/appuntamenti-e-iniziative/teatro/giovaniteatro

Potrebbero interessarti anche