13:47 | Costa Crociere, oggi a Roma tavolo per definire rimozione

Questo pomeriggio, a Roma, il capo della Protazione Civile, Franco Gabrielli e i vari enti pubblici coinvolti nelle questioni ambientali per rimuovere il relitto siederanno al tavolo della Conferenza di servizi che dovrà decidere per le autorizzazioni da concedere a Titan Salvage e Micoperi, le due società che hanno ricevuto l’incarico di realizzare la rimozione della nave da Costa Crociere.

Al tavolo i tecnici, tra gli altri, legati alla Provincia di Grosseto, alla Regione Toscana, al Comune del Giglio, Arpat, Protezione Civile e Ministero discuteranno anche del ‘crono-programma’ per la rimozione.

Quello che Costa ha firmato con le due società, è un pre-contratto. Oggi si attende un passo avanti decisivo per la concessione delle autorizzazioni. Lo stop potrebbe arrivare solo nel caso di una discordanza tra i dettagli del piano e le richieste degli enti pubblici.

Quanto all’impatto ambientale, viene ribadito che un impatto ‘zero’ non può esistere con la rimozione di una nave di 114 mila tonnellate. Si tratta di valutare, nel dettaglio, le possibilità concrete per ridurre al minimo le conseguenze “non solo ambientali, ma anche economiche sull’isola del Giglio”.

Per la rimozione, come già anticipato, ci vorranno tra i 9 e i 12 mesi.

Potrebbero interessarti anche