Anas-Regione, il punto sulle opere da realizzare

Roma_latinaDieci i progetti in corso, molti dei quali fermi. Si cercano finanziamenti anche per la Roma-Latina

 

ROMA – Dieci progetti in corso, in tutto il territorio regionale. L’assessore ai Lavori pubblici, Luca Malcotti, insieme al direttore compartimentale dell’Anas di Roma e del Lazio, Valerio Mele, ha offerto oggi, nel corso di un’audizione, un’ampia panoramica sullo stato delle opere viarie che vedono una competenza congiunta fra Regione e Anas.

“Abbiamo chiesto questo incontro – ha spiegato il presidente della commissione Lavori pubblici del Consiglio regionale, Rodolfo Gigli – perché si tratta di opere importanti, che i cittadini attendono da anni e che, al tempo stesso, se realizzate in tempi brevi possono dare un importante contributo alla ripresa economica”.

Di seguito lo stato delle opere illustrato dall’assessore.

•    Potenziamento A24 dalla barriere Roma Est a Casal Bertone: opera iniziata da circa un anno, tempo complessivo 1.000 giorni, costo complessivo 258 milioni, di cui 85 di contributo regionale.
•    Trasversale nord Orte-Civitavecchia: in corso la gara per tratto Cinelli-Monteromano. Al completamento dell’opera mancano ancora 22 chilometri, del costo di circa 700 milioni. Si stanno cercando alternative progettuali che facciano diminuire il costo, si sta anche valutando l’ipotesi di un intervento di soggetti privati, con l’introduzione eventuale di un pedaggio.
•    Integrazione Pedemontana Formia-Mof con il porto di Gaeta: in attesa del reperimento dei fondi per l’opera, la Regione pensa intanto di realizzare la progettazione del collegamento con il Mercato ortofrutticolo di Fondi.
•    Adeguamento via Salaria Passo Corese-Rieti: anche in questo caso manca il finanziamento per realizzare l’opera, la Regione ha progettato insieme ad Anas opere che comunque rientrano nel quadro del raddoppio previsto dal progetto per impiegare i 45 milioni attualmente disponibili. Si tratta di una rotonda a Passo Corese, per eliminare il semaforo, e di un tratto di 8 chilometri a quattro corsie nella zona di Ornaro.
•    Adeguamento svincolo Monti Lepini: ora di competenza Astral.
•    Completamento complanari Roma Fiumicino: opera cofinanziata dalla Regione con 3 milioni di euro, opera completata.
•    Autostrada Roma-Latina: il Tar ha dato ragione alla Regione nella controversia con la vecchia società concessionaria, quando sarà definita si potrà procedere alla gara per l’opera. Il tratto fra Tor de’ Cenci e la Roma Civitavecchia è attualmente all’attenzione della conferenza dei servizi.
•    Ponte sull’Aurelia a Pescia Romana: risolto per inadempienze il contratto con la società che aveva vinto l’appalto, si sta procedendo alla rassegnazione alle altre ditte che avevano partecipato alla gara.
•    Interventi di completamento della variante alla Salaria a Monterotondo Scalo: su indicazione dell’autorità di bacino si è proceduto a modificare il progetto, che diventerà un vero e proprio argine per proteggere l’abitato dalle piene del Tevere. Mancano gli ultimi due chilometri dell’opera che ricadono nel territorio di Roma, per i quali si dovrà procedere a una nuova conferenza dei servizi.

Dopo l’illustrazione il consigliere Luigi Nieri ha chiesto la convocazione di una seduta per fare il punto sull’innesto della Roma Latina sull’A12, mentre i consiglieri Carlo Lucherini, Mario Perilli e Giuseppe Parroncini hanno evidenziato la necessità di trovare i fondi per il completamento della trasversale nord e per il raddoppio della Salaria, due opere “giudicate strategiche per la mobilità non solo della nostra Regione, ma fra Adriatico e Tirreno”.

“Il tratto stradale Anas che passa per Monterotondo – ha sottolineato il consigliere PD, Carlo Lucherini – è stato completato per due terzi. Ma ci sono alcune criticità che occorre superare. Il progetto iniziale del tratto viario prevedeva una tangenziale che evitasse l’attraversamento di un centro abitato da 40mila abitanti con semafori. Un progetto approvato in conferenza dei servizi che ancora deve essere portato a compimento. È urgente completare i due chilometri che corrispondono al tratto fino alla Salaria verso Roma. Senza questi 2000 metri l’opera resterebbe incompiuta. Altra criticità è il progetto di sistemazione del tratto Settebagni-Monterotondo. Ricordo che nella passata legislatura vennero stanziati circa 8 milioni di euro per il completamento dell’opera –conclude Lucherini – Che fine hanno fatto questi soldi?”.

“Attualmente – gli ha fatto eco il consigliere Mario Perilli – i fondi regionali investiti per il collegamento della Salaria ammontano a 45 milioni di euro. Servirebbe invece un miliardo e 500milioni di euro per rendere questo collegamento degno di essere percorso dalle migliaia di pendolari che ogni giorno sono costretti a percorrerlo. Nel frattempo l’Anas sta procedendo a intervenire sulla viabilità con piccoli stralci al progetto iniziale che si traducono in qualche rotonda e poco più. Sottolineo poi la necessità di completare il collegamento da Rieti a Terni. Mancano 600 metri che rischiano di diventare una beffa”.

Potrebbero interessarti anche