17:45 | Facebook: domani il debutto in borsa. Valutazione record da 100 mld di dollari

Gli occhi di Wall Street e di migliaia di investitori di tutto il mondo sono puntati su Facebook, alla ricerca di titoli del gigante dei social network in vista del suo debutto in borsa di domani.

La corsa all’acquisto di azioni ha spinto negli ultimi giorni la società ad aumentare il prezzo dei titoli, portando la valutazione di Facebook intorno ai 100 miliardi di dollari, la più alta per una web company al debutto, ben al di sopra di Google che nel 2004 valeva all’Ipo 23 miliardi di dollari.

Il prezzo finale non è stato ancora stabilito ma la forchetta indicata è compresa tra i 34 e i 38 dollari per azione che corrisponde ad una valutazione della società compresa tra i 93 ed i 104 miliardi di euro. Se il prezzo finale fosse a metà della forchetta, il collocamento di Facebook varrebbe circa 16 miliardi di dollari, facendone uno dei più grandi mai avvenuti per una compagnia americana. Ma se si chiudesse a 38 dollari, allora il social network metterebbe a segno un collocamento da 18 miliardi piazzandosi davanti alle maxi-ipo portate a termine nel 2008 da Visa (17,8 miliardi) e General Motors (15,7 miliardi).

I bookmakers londinesi ipotizzano per domani un forte rialzo per i titoli di Facebook che potrebbe portare le azioni a chiudere sopra i 56 dollari. La casa di scommesse Spreadex ricorda che il titolo Linkedin salì del 109% il primo giorno e quello di Groupon del 31%. Ma c’è anche chi pensa ad un debutto deludente visto il furore che ha caratterizzato le prime fasi dell’offerta.

Come tradizione per ogni debutto importante, sarà il numero uno della società che sbarca in borsa a dare l’avvio delle contrattazioni. Ma il fondatore di Facebook, Mark Zuckenberg, lo farà in un modo particolare, suonando la campanella di avvio del Nasdaq dagli uffici del social network a Menlo Park nella Silicon Valley. Zuckerberg manterrà saldo il suo controllo sulla società dopo il collocamento, tenendo per sé il 55,8% dei diritti di voto.

Potrebbero interessarti anche