Lazio, Edy Reja saluta e se ne va

Reja_sliderOggi il goriziano dirà addio alla Lazio. Tra gli eredi il manager del Chelsea Di Matteo scalza Zola

ROMA – Edy Reja non è più l’allenatore della Lazio. Dopo due stagioni e mezza fatte di tanti alti e pochi bassi il tecnico goriziano ha deciso di lasciare i biancocelesti. Stavolta niente ripensamenti.

Uscito deluso dall’incontro con la società avvenuto martedì pomeriggio, ieri ha comunicato la propria decisione a Lotito via telefono: “Presidente mi dispiace ma lascio, ho voglia di ricominciare altrove, qui mi sento svuotato”.

Salvezza al primo anno, un quinto ed quarto posto nelle stagioni successive, oltre alla stima incondizionata dei big della squadra come Klose o Rocchi, non sono bastati a Reja per avere la fiducia della società e dell’ambiente. La Champions sfuggita per due anni a favore dell’Udinese ha pesato troppo sulle spalle pur solide dell’ex allenatore del Napoli.

Il tecnico sarebbe anche tentato da altri club: in primis il Napoli con cui i rapporti con De Laurentiis sono rimasti ottimi e la Fiorentina.

Alla Lazio adesso dovranno sbrigarsi per trovare l’erede. Roberto Di Matteo, atteso sabato dalla finale di Champions ed ex centrocampista della Lazio è la priorità: ha scavalcato Zola, la cui candidatura sta perdendo progressivamente quota.

Potrebbero interessarti anche