Slot machine anti-minorenni, via libera al decreto

Slot_machine_sliderIl provvedimento sulla sicurezza prevede l’uso di una card e un codice partita che identifichi l’età del giocatore

 

ROMA – Via libera per il decreto che dal prossimo anno renderà impossibile l’accesso ad una slot machine legale per un minorenne. Dopo l’incontro conclusivo di ieri tra Monopoli di Stato e concessionari, il provvedimento che renderà più sicure le macchinette sarà inviato la prossima settimana alla Commissione Europea, per i tre mesi di “stand still” previsti dalla normativa comunitaria.

Confermate, secondo quanto apprende Agipronews, tutte le misure finalizzate ad aumentare il livello di sicurezza dei giocatori e che erano state approntate da un gruppo di lavoro con rappresentanti di Aams, Sogei e Guardia di Finanza.

Diventerà così obbligatorio l’utilizzo di una card – le ipotesi sono diverse: una carta del giocatore, la tessera sanitaria o il codice fiscale – che indichi l’età del giocatore e che impedisca l’accesso ai minori di 18 anni. Tra le altre misure, l’introduzione di un “codice partita”, un po’ sul modello delle scommesse sportive, in modo da rendere identificabile da chi è incaricato dei controlli ogni singola giocata alle macchinette.

L’aggiornamento, che costerà alla filiera tra 1000 e 1500 euro per slot (spesa totale dunque attorno a 4-500 milioni), prevederà poi una ‘blindatura’ delle schede di gioco e delle periferiche e l’aggiornamento del software, con la contemporanea “cifratura” delle partite dalla slot machine a Sogei: sarà così possibile confrontare i codici evitando partite taroccate e frodi fiscali.

La rivoluzione è stata decisa dal Governo per incrementare il livello di sicurezza del settore dell’automatico, cogliendo l’occasione – imposta dal decreto fiscale – di ridurre di un punto (dal 75 al 74% nel 2013) le vincite destinate ai giocatori: macchine più affidabili, dunque, e costo di aggiornamento tecnologico che verrà in parte riassorbito dallo ’sconto’ sul prelievo erariale, che per il 2012 è stato ridotto di un punto (all’11,8%), e che consentirà di ’risparmiare’ circa 700 euro per macchina.

Nel primo trimestre 2012, New slot e Vlt hanno registrato una raccolta di 4,2 miliardi di euro (il 55% del totale) redistribuendo in vincite 3,4 miliardi, con introiti erariali di poco sopra il miliardo di euro.

Potrebbero interessarti anche