Atac, scatta da venerdì l’aumento sui biglietti

atac-sliderDal 25 maggio cambiano tariffe, biglietti e abbonamenti Metrebus. Fino al 31 luglio possibile doppia circolazione

 

ROMA – Da domani a Roma scattano gli aumenti tariffari per i biglietti del trasporto pubblico locale. Il ticket per il viaggio singolo costerà 1,50 euro, ma avrà la validità prolungata a 100 minuti, vale a dire un’ora e 40. L’abbonamento mensile personale costerà 35 euro, quello impersonale 53, mentre l’abbonamento annuale passerà a 250 euro.

Il biglietto valido per un giorno (Big) costerà 6 euro, quello per 3 giorni (Bti) 16,50 euro, quello valido per sette giorni (Cis) 24 euro. L’abbonamento annuale per invalidi e pensionati sociali con reddito Isee superiore ai 15.000 euro costerà 50 euro. Fino al 31 luglio, sarà consentito circolare con i vecchi biglietti acquistati in precedenza; chi, dopo quella data, fosse ancora in possesso di vecchi titoli di viaggio, potrà sostituirli, dal 1° agosto al 31 ottobre, con i nuovi, pagando la differenza presso le biglietterie Atac. Gli abbonamenti annuali restano validi fino alla scadenza.

La manovra tariffaria è accompagnata da alcune novità, la più importante delle quali riguarda l’obbligo di convalidare, all’inizio di ogni viaggio, oltre al biglietto, anche l’abbonamento elettronico. Inoltre, per agevolare le operazioni di verifica e di convalida sarà obbligatorio salire e scendere come indicato sulle porte.

Un’altra novità tra le più rilevanti è l’agevolazione prevista per il quoziente familiare: gli appartenenti a una famiglia residente a Roma, con tre figli (ovvero due di cui un portatore di handicap) che non abbiano diritto ad ulteriori agevolazioni, potranno acquistare  gli  ulteriori abbonamenti  oltre quello del titolare con lo sconto del 10%.

Novità anche per gli adeguamenti tariffari per gli abbonamenti agevolati destinati ad alcune categorie sociali, come giovani e studenti, anziani over 65, disoccupati, famiglie, invalidi e pensionati sociali, mutilati, invalidi di guerra e medaglie d’oro, vittime del terrorismo, perseguitati razziali e rifugiati politici.

Dopo le correzioni apportate per volontà del Consiglio comunale, per invalidi e pensionati sociali non c’è più il tetto massimo di 20mila euro di reddito Isee, dai 15mila euro in poi il costo dell’abbonamento annuale è comunque di 50 euro. Per tutte queste categorie, però, conviene consultare l’elenco delle agevolazioni sul sito dell’Agenzia della Mobilità di Roma Capitale, che contiene una guida a tutte le novità.

Un’altra novità è che la Metrebus card si potrà ottenere anche via internet, registrandosi sul web form del sito Atac e recandosi poi presso le biglietterie con la mail di conferma dell’avvenuta prenotazione. Anche per questa agevolazioni, tutte le informazioni sono disponibili sul sito Atac o dell’Agenzia della Mobilità.

Vai al link della guida dell’Agenzia della Mobilità: http://www.agenziamobilita.roma.it/trasporto-pubblico/guida-alle-novita-per-biglietti-abbonamenti-e-agevolazioni.html

“L’invito è quello di fare gli abbonamenti. Stiamo studiando la formula per reintrodurre anche quelli mensili. Fate gli abbonamenti, non pagherete di più. Il biglietto singolo lasciatelo al turista, al viaggiatore occasionale a Roma’. Lo ha detto il sindaco di Roma Gianni Alemanno rispondendo a chi gli chiedeva un commento sull’aumento dei biglietti integrati a tempo (bit) per il trasporto pubblico locale.

‘L’aumento del costo del biglietto – ha detto – è uguale a quello fatto, ad esempio a Milano, identico a quello fatto in tutte le città. I cittadini romani che vogliono utilizzare il trasporto pubblico locale facciano gli abbonamenti e non avranno nessun rincaro’.

Potrebbero interessarti anche