Farnesina, Formica nuovo rappresentante Org. Internazionali

ViennaNominato a capo della Rappresentanza permanente dell’Italia presso le Organizzazioni internazionali

ROMA – Filippo Formica è il nuovo rappresentante permanente presso le Organizzazioni Internazionali a Vienna. La sua nomina, recentemente deliberata dal Consiglio dei Ministri, è stata resa nota dalla Farnesina a seguito del gradimento del governo interessato. Formica a Vienna prende il posto dell’Ambasciatore Gianni Ghisi.

Il capo della Rappresentanza è accreditato formalmente presso le Nazioni Unite (UNOV), l’Aiea, l’Unido, il Ctbto. In aggiunta, la Rappresentanza partecipa regolarmente ai lavori di organismi competenti come l’Hcoc (Codice di Condotta dell’Aia contro la proliferazione dei missili Balistici), l’Intesa di Wassenaar (regime di controllo delle esportazioni di armamenti e di materiali a duplice uso) che –come il CTBTO- non fanno parte del Sistema delle Nazioni Unite, oltre a seguire l’attività di altri organismi intergovernativi che hanno sede a Vienna.

Di origini napoletane, Formica entra in carriera nel 1980 e, dopo un primo periodo alla direzione generale per l’Emigrazione e gli Affari Sociali, lavora alla direzione generale del Personale. Nel 1984 ricopre il suo primo incarico all’estero, alla Rappresentanza permanente d’Italia presso le Organizzazioni Internazionali a Ginevra.

Nel 1987 prende servizio all’Ambasciata d’Italia a Dakar e nel 1992 fa il suo rientro in Farnesina, prima agli Affari Economici, quindi alla segreteria particolare del Sottosegretario di Stato, e infine alla segreteria generale. Nel 1996 è consigliere politico a Washington, incaricato delle questioni politico militari e del Medio Oriente, e nel 2001 alla Rappresentanza Permanente presso l’Unione Europea a Bruxelles con funzioni di primo consigliere.

Nel 2002 è fuori ruolo per prestare servizio presso il segretariato generale della Presidenza della Repubblica, e l’anno successivo rientra al ministero degli Esteri, alla direzione generale degli Affari Politici Multilaterali e Diritti Umani. Nel 2007 viene nominato vice direttore generale per gli Affari Politici Multilaterali ed i Diritti Umani.

Potrebbero interessarti anche