Eutelia, rinasce dalle ceneri con Cloud Italia

euteliaSi chiude dopo 2 anni la vertenza. Firmato il contratto con la “newco” che fa capo alla cordata Piero della Francesca

 

ROMA – Si chiude dopo due anni la vertenza di Eutelia, la società di telecomunicazioni commissariata da giugno 2010. E’ stato infatti firmato ieri a Milano dai commissari straordinari, Francesca Pace, Daniela Saitta e Gianluca Vidal, il contratto di vendita a titolo definitivo del ramo Telecomunicazioni di Eutelia a Clouditalia Communications Spa., società detenuta dal fondo ILPIII e da Cloud Italia Srl, veicolo della squadra di management. Advisor finanziario degli acquirenti per l’intera operazione è stata Ambromobiliare Spa.

La nuova proprietà, che fa capo alla cordata denominata Piero della Francesca, ha consegnato assegni circolari per un valore di 15 milioni di euro. Cloud Italia detiene il 10% del capitale, il restante 90% è nelle mani di un fondo lussemburghese che ha permesso e garantito l’operazione finanziaria. La nuova società si chiamerà Cloud Italia Eutelia Communications e darà lavoro subito a 240 dipendenti mentre 140 restano in cassa integrazione in attesa del rientro legato al fatturato, sceso in questi due anni di produzione rallentata a meno del 35%. Oggi in un incontro con i giornalisti, la società spiegherà programmi e investimenti per il futuro.

Dalle ceneri della commissariata Eutelia nasce CloudItalia Eutelia Communications: la società intende focalizzare l’attività sui servizi di telecomunicazione e cloud computing integrati nel segmento delle piccole e medie imprese, pubblica amministrazione, professionisti, offrendo soluzioni mirate per ridurre i costi, aumentare la flessibilità crescere il valore delle attività svolte.

La nuova società punta alla leadership nazionale nel nuovo settore del cloud integrato alle telecomunicazioni. Gli obiettivi del piano industriale prevedono un ritorno ai ricavi massimi storici della vecchia Eutelia con un investimento totale tra acquisizione, Capex, circolante di circa cento milioni di investimenti, e un fatturato triplicato entro i prossimi cinque anni.

“L’innovazione legata al cloud integrato con le telecomunicazioni oggi può rappresentare un driver di crescita e sviluppo per l’intero Paese, contribuendo a rilanciare la competitività nazionale – ha detto Mark De Simone, amministratore delegato e fondatore della nuova società – Le esperienze internazionali lo dimostrano. L’Italia è ancora indietro da questo punto di vista: il mercato del cloud vale poco più di cento milioni di euro, ma potrebbe arrivare al miliardo di euro per il 2016”.

CloudItalia Eutelia Communications è guidata da un management con una consolidata e pluriennale esperienza internazionale nel settore delle Tlc e dell’Itc. L’amministratore delegato Mark De Simone (ex vice presidente dei Mercati Emergenti di Cisco, con esperienze in HP, Olivetti, Lucent e McKinsey) è affiancato da due direttori generali, Paolo Bottura e Enrico Deluchi. Bruno D’Avanzo è stato nominato presidente.

Potrebbero interessarti anche