Largo ai giovani, arriva Garaci a Tor Vergata

Garaci_bisDopo la presidenza dell’Iss, al professore viene assegnato un nuovo incarico al Ptv per i prossimi cinque anni

 

ROMA – Mentre Enrico Garaci sta per lasciare dopo 11 anni la presidenza dell’Istituto di Sanità, ci si è preoccupati di trovargli subito un altro posto per evitare la “tragedia” di una suo momentanea disoccupazione.

Prima ancora infatti di lasciare, in base alle nuove norme statutarie (cfr. romacapitale.net, 31 maggio) il complesso di Viale Regina Elena, al prof. Garaci è stata prontamente attribuita per i prossim i cinque anni la direzione dell’Unità operativa complessa (Uoc) di Biologia Molecolare al Policlinico Tor Vergata.

Per quanto ordinario di microbiologia da tempo immemorabile presso la stessa Università, non risulta che il settantenne professore, prossimo alla pensione, si sia mai occupato di biologia molecolare. In quel posto ha operato finora Sergio Bernardini, pupillo di quel Giorgio Federici, ex direttore del Laboratorio di analisi biochimica del PTV, recentemente pensionato.

Dallo stesso Bernardini inoltre dipendevano due Unità operative, di cui una appunto quella di biologia molecolare, a fronte di un unico stipendio. Ora, si fa notare, con lo sdoppiamento delle cattedre si raddoppiano i compensi di direzione.

Senza nulla togliere ai meriti tecnici e scientifici del prof. Garaci, né al suo fantastico cursus honorum, il titolo del film dei fratelli Cohen, “Questo non è un paese per vecchi”, suona un po’ come l’ennesima beffa.

Potrebbero interessarti anche