11:30 | Authority, oggi stop a candidature ma curricula già su Twitter

Scadono alle 15 di oggi, salvo rinvio, i termini per la comunicazione alla Presidenze delle Camere delle candidature di singoli cittadini e di gruppi parlamentari per il rinnovo dei collegi dei Garanti Privacy e Tlc su cui da domani sono chiamati a votare i parlamentari e, mentre è ancora in corso l’assemblea dei parlamentari Pd per decidere le sue candidature, i curricula dei candidati sono già stati resi pubblici su Twitter per iniziativa dei Radicali, i cui parlamentari sono formalmente anche loro appartenenti al gruppo Pd. La pubblicazione è stata effettuata dal Senatore radicale Marco Perduca con la collaborazione dell’ associazione Agorà Digitale.

“Dopo la decisione di Camera e Senato, per motivi di privacy – hanno spiegato Perduca e l’associazione dei Radicali Agorà Digitale- abbiamo ritenuto di procedere direttamente alla liberazione di tutti i curricula, tolti i dati sensibili, che altrimenti sarebbero rimasti in possesso dei soli parlamentari. “Per tutto il giorno” – dichiarano Perduca e Nicotra “dagli account twitter @perdukistan e @agoradigitale con l’hastag #opennomine saranno messi a disposizione tutti i curricula ufficiali pervenuti per la votazione a Camera e Senato.

Riteniamo che la decisione di pubblicarli sia nello spirito che ha animato la decisione del Presidente Fini, ma anche un ulteriore contributo a un dibattito pubblico, oggi inesistente, che aiuti a verificare l’ effettiva competenza ed indipendenza delle figure che si candidano.

“Con questa – hanno affermato ancora- vogliamo anche denunciare la totale mancanza di trasparenza del processo di nomina, e delle procedure seguenti, meno di 24 ore per ogni parlamentare per visionare centinaia e centinaia di curricula. Inoltre i tempi ristretti e l’assenza di regole certe ha impedito la possibilità di effettuare audizioni dei candidati, e di chiedere ulteriori dati che permettessero di verificare l’assenza di conflitti di interesse. L’unica possibilità per ristabilire un livello minimo di trasparenza è un nuovo rinvio del voto”.

Potrebbero interessarti anche