Onu, un italiano vince concorso europeo su difesa dell’acqua

acqua_bisCon l’opera intitolata ‘Lo spreco d’acqua ucciderà il futuro’, il grafico di Verona sbaraglia 3.500 partecipanti

 

ROMA – E’ il grafico italiano Daniele Gaspari il vincitore del concorso europeo delle Nazioni Unite 2012 ‘Goccia a goccia – Il futuro che vogliamo’ (www.dropbydrop.eu). E’ quanto si legge in un comunicato dell’Onu, in cui si ricorda che il concorso prevedeva la creazione di un annuncio pubblicitario volto a sensibilizzare il pubblico europeo sul tema della conservazione dell’acqua, adesso e per le generazioni future.

Daniele Gaspari ha vinto il concorso con il lavoro intitolato ‘Lo spreco d’acqua ucciderà il futuro’, che mostra una pistola ad acqua puntata alla testa di un neonato. Una giuria di esperti guidati dal guru della pubblicità francese, Jacques Sequela, ha scelto l’opera tra le oltre 3.500 presentate al concorso da partecipanti provenienti da 45 paesi europei.

Il primo premio, il Premio del Consiglio dei ministri dei Paesi Nordici, accompagnato da una somma di 5.000 euro, sarà consegnato a Daniele Gaspari nel corso di una cerimonia in programma oggi a Copenaghen, in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente, da Sua Altezza Reale il Principe Ereditario di Danimarca.

Il concorso ‘Goccia a Goccia’ è stato organizzato da Unric, il Centro Regionale di Informazione delle Nazioni Unite di Bruxelles, in collaborazione con Unep, il Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente, e il Consiglio dei ministri dei Paesi Nordici. L’iniziativa rientra nel quadro della campagna del segretario generale delle Nazioni Unite ‘Il futuro che vogliamo’, la campagna globale dell’ Onu in vista della Conferenza di Rio+20 sullo sviluppo sostenibile che si terrà in Brasile dal 20 al 22 giugno. La crescente scarsità di acqua rientra tra i temi principali della Conferenza.

“La combinazione di oggetti gradevoli e allegri messi in posa ostile crea un immaginario interessante”, ha detto il membro della giuria, la fotografa svedese Jens Assur, commentando l’annuncio vincente. “Siamo attirati dai contrasti, e vogliamo saperne di più”, ha aggiunto.

Il trentunenne grafico di Verona si è detto felice di aver vinto il concorso: “L’intenzione alla base di questo annuncio è sicuramente quella di scioccare la gente e renderla consapevole che ogni azione ha delle conseguenze. Spero che questo messaggio arrivi a destinazione”.

Una selezione dei trenta migliori annunci pubblicitari, provenienti da un totale di 17 paesi, sarà mostrata sul sito del concorso (www.dropbydrop.eu) e sarà pubblicata sui giornali in partnership con Unric. Ventidue mostre, molte delle quali in collaborazione con il Consiglio dei ministri dei Paesi Nordici, sono state finora programmate in 13 paesi.

Oltre che da un’alleanza di giornali europei, il concorso è stato sostenuto dall’ufficio dell’Alto Commissariato per i Diritti Umani e da altri centri di informazione delle Nazioni Unite in Europa.

Potrebbero interessarti anche