Accordo triennale Roma-Coni per la gestione dell’Olimpico

olimpico-SLIDERI lavori di restyling partiranno il 13 giugno. Rinasce la tribuna presidenziale oltre a ristoranti e fan village

 

ROMA – Il presidente del Coni e della Coni Servizi, Giovanni Petrucci, con il segretario generale e amministratore delegato, Raffaele Pagnozzi, ha incontrato oggi l’amministratore delegato della Roma, Claudio Fenucci, a sua volta accompagnato dal direttore generale Franco Baldini e dal consigliere d’amministrazione, Mauro Baldissoni per presentare per la prima volta in pubblico l’accordo triennale Coni Servizi-Roma per il co-uso dello Stadio Olimpico fino al 2015.

“Quello con la Roma è un matrimonio felice, perché si va al di la dell’accordo sportivo – ha spiegato Petrucci – Stiamo dimostrando le cose con i fatti e i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Il marchio Roma è importante e dà sempre risultati. La Roma è partita con il piede giusto, noi siamo contenti e fieri”.

L’amministratore delegato della Coni Servizi, Raffaele Pagnozzi, ha illustrato nei dettagli il restyling dello Stadio Olimpico: “Con la Roma abbiamo stipulato un accordo triennale, nel quale è stato inserito tutto ciò che può essere utile per nuovi progetti. Al contratto che parte da quello dello scorso anno cui va aggiunta una suddivisione dei ricavi attraverso i lavori su 3500 posti in Tribuna Monte Mario e su 7000 metri quadrati divisi su due livelli, per abbinare lo sfruttamento delle emozioni dello spettacolo sportivo a quello della ristorazione”.

I lavori partiranno il 13 giugno, subito dopo il concerto di Madonna, prevista per la serata del 12 giugno. La realizzazione è prevista per fine agosto-inizio settembre. “E’ un partenariato innovativo, lo sfruttamento dell’Olimpico per noi è un fatto inedito e unisce gli sforzi delle due aziende per aumentare i ricavi, con migliori possibilità di sfruttamento economico e una migliore offerta per gli spettatori. Le poltrone saranno realizzate con disegni nuovi e saranno riscaldate. Avremo il concetto degli stadi americani e sarà possibile assistere alla partita anche da box vetrati”. Tra le innovazioni principali c’è anche il ripristino della “Tribuna Presidenziale”, riservata alle Autorità istituzionali ai Campioni del Mondo e ai Campioni Olimpici, come accadeva già a cavallo tra gli Anni Settanta e Ottanta.

Il costo dei lavori di ammodernamento sarà a carico di Coni Servizi che li sconterà attraverso i maggiori ricavi attesi che saranno suddivisi tra Coni Servizi (30%) e AS Roma (70%).

L’amministratore Delegato dell’AS Roma, Claudio Fenucci ha aggiunto: “Dobbiamo dire grazie al Coni, sempre pronto ai progetti che la nuova Roma voleva portare avanti, un esempio di imprenditorialità sportiva. Oltre all’area ospitalità ci saranno altre iniziative, dal “fan village” ad attività per i bambini più piccoli. Altre attività le studieremo nel corso dell’anno per ampliare il tempo di permanenza nello stadio”.

Potrebbero interessarti anche