Acea, il ‘dramma’ dell’acqua continua

acea3Ennesimo episodio di tensione tra i consiglieri capitolini sulla vendita delle quote Acea. Le reazioni

 

ROMA – Il ‘dramma Acea‘ torna a ‘calcare’ il palcoscenico dell’aula Giulio Cesare e bissa il successo delle settimane passate in Campidoglio. L’ennesimo appello del Sindaco Gianni Alemanno alle opposizioni è, anche oggi, caduto nel vuoto a dimostrazione che sulla vicenda per la cessione delle quote Acea nessuno è disposto a cedere di un passo e le risse e i tafferugli sono dietro l’angolo. Come è accaduto in mattinata con l’ennesimo episodio di tensione tra i consiglieri capitolini che, come accade da giorni, stanno animando le giornate in aula Giulio Cesare.

A far da detonatore il via libera da parte del presidente del Consiglio Marco Pomarici alla votazione. Alcuni consiglieri dell’opposizione si sono avvicinati al suo scranno, mentre i rappresentanti dei movimenti per l’acqua pubblica si sono avvicinati ai banchi della maggioranza. E’ subito nata una rissa. Ad uscir male dal tafferuglio Umberto Marroni, che, nel cadere, si è ferito lievemente a una mano, ha accusato due consiglieri della maggioranza di averlo spinto. Marroni è stato a sua volta accusato di aver impedito la votazione. La seduta è stata comunque sospesa e riprenderà nel primo pomeriggio.

Intanto si registrano le prime reazioni, questa volta a suon di comunicati stampa. ”Ciò che è accaduto oggi in Consiglio – dice il consigliere comunale del Pd, Paolo Masini – è un vero e proprio blitz antidemocratico, chiara opera di una maggioranza in stile cileno e con un atteggiamento tipicamente fascista. Purtroppo per Roma questa è la maggioranza guidata da Gianni Alemanno, persone incapaci di rispettare chi ha un’opinione diversa e che usano la violenza, anche fisica, per imporre il proprio pensiero. Ma nessuno si farà intimidire, la vergognosa svendita di Acea e dell’acqua pubblica ai soli noti non passerà mai e poi mai. Se lo ricordino Alemanno e suoi consiglieri. Ci appelliamo al Prefetto di Roma affinché vigili su quanto sta accadendo e soprattutto affinché riporti l’ordine e la democrazia in Campidoglio”.

Dai rappresentanti dell’Udc in Campidoglio, Alessandro Onorato, Paolo Voltaggio, Pasquale De Luca e Francesco Smedile, il ”disgusto per gli episodi di violenza visti all’interno dell’Aula Giulio Cesare. Se necessario racconteremo all’autorità giudiziaria quello che abbiamo potuto osservare. Lo diciamo con assoluta chiarezza, la votazione proclamata dal presidente Pomarici nel corso dei tumulti e in presenza di estranei all’interno dell’Aula è di fatto non avvenuta e quindi non valida. Ogni eventuale tentativo di sostenere il contrario e di proclamarne un esito è palesemente illegale”. A denunciare invece alla Procura della Repubblica il presidente Pomarici ”per aver agito in modo provocatorio e irresponsabile in violazione del regolamento comunale e contro i consiglieri comunali provocando una rissa generale” è il consigliere comunale del Pd Capitolino, Dario Nanni, ”Pomarici risponderà in tribunale del suo comportamento” ha detto Nanni.

E, in attesa che riprenda la seduta, su Facebook e Twitter dove i consiglieri capitolini sono molto attivi, le prime foto e i primi commenti e ‘cronache’ di quanto accaduto stanno ‘guadagnandosi’ spazio tra commenti e ‘tifo’, anche qui, pro e contro vendita di Acea.

Potrebbero interessarti anche