15:38 | Atac, permane agitazione tra i macchinisti

Continuano i disagi sulla linea B della metropolitana. Questa mattina, fa sapere Atac, “a Roma il servizio della metro B è iniziato con sostanziale regolarità, con 19 treni in linea sui 21 previsti, ma permane il rifiuto di parte del personale di movimento di effettuare turni cosiddetti ‘a straordinario’, nell’ambito comunque delle previste 36 ore settimanali di lavoro”.

Dietro allo sciopero dei macchinisti della linea B che da giovedì scorso sono in agitazione causando rallentamenti su tutta la tratta, si vocifera ci sia in realtà l’assunzione di 40 giovani macchinisti che non permetterebbe di effettuare la vecchia turnazione che prevedeva doppi turni e straordinari con notevoli ricadute nelle buste paga.

Rispetto alla giornata di lunedì, invece, “sono cessati invece gli scarti dei treni da parte del personale di movimento, fenomeno che ha duramente penalizzato il servizio e che Atac è riuscita a contenere mettendo in linea, sin dalle 5.30 del mattino, squadre di operai per verificare e risolvere i casi di guasti segnalati dai macchinisti a giustificazione dello scarto del materiale rotabile”.

L’azienda ha deciso che “già oggi avvierà una contestazione disciplinare a carico di chi ha denunciato guasti – spiega ancora il comunicato – e quindi scartato treni, che poi si sono rivelati del tutto insussistenti”. Atac spa, infine, “avvisa la clientela che, permanendo il rifiuto da parte dei macchinisti di svolgere turni cosiddetti ‘a straordinario’ resterà difficoltoso assicurare il regolare esercizio della linea B”.

In una nota della Commissione di garanzia per lo sciopero si legge: “L’Autorità di garanzia sugli scioperi nei servizi pubblici essenziali ha chiesto ad Atac Roma di fornire con urgenza dettagliate informazioni circa lo sciopero improvviso dei macchinisti della metro svoltosi ieri, al fine di valutare l’adozione degli eventuali provvedimenti di competenza”.

Potrebbero interessarti anche