All’Accademia della Danza la direttrice ‘balla’ da 16 anni

danzaNominata nel lontano 1996 da Berlinguer. Criticità nella gestione finanziaria anche della collegata Fondazione

 

ROMA – Un premio di anzianità spetterebbe di diritto alla direttrice dell’Accademia nazionale di danza, Margherita Parrilla, che è in carica dal 3 ottobre 1996, da quando fu nominata dall’allora ministro della Pubblica Istruzione, Luigi Berlinguer.

Secondo le più recenti disposizioni in materia di autonomia statutaria e regolamentare delle istituzioni artistiche, la durata dell’incarico di direttore, di presidente e di membro del consiglio di amministrazione è triennale e può essere confermato una sola volta.

All’anomalo protrarsi della gestione dell’attuale direzione devono probabilmente collegarsi le criticità emerse in materia di gestione economica, finanziaria, didattica e di qualificazione accademica dell’Accademia e della collegata Fondazione accademia. Criticità che devono riconnettersi ad una gestione personalistica ed esclusiva della carica evidenziate in numerosi atti di sindacato ispettivo presentati a partire dal 1996.

In questi anni infatti la situazione dell’Accademia nazionale di danza è peggiorata progressivamente in parallelo alla crescita del debito finanziario, all’assottigliarsi delle risorse, al malcontento degli studenti, alla diminuzione degli iscritti. Tant’è che una verifica sull’Accademia nazionale di danza disposta dal Miur all’inizio del 2011 avrebbe accertato una pluralità di irregolarità e carenze, imputabili agli attuali direttrice e presidente dell’Accademia nazionale di danza, Margherita Parrilla e Bruno Borghi. Su questa base la Procura della Repubblica di Roma avrebbe disposto il sequestro presso l’Accademia nazionale di danza della documentazione contabile e amministrativa riguardante la Fondazione accademia.

Gli stessi docenti dell’Accademia all’inizio di quest’anno, considerato il perdurare di situazioni di illegittimità, di disagio e di sperpero del denaro pubblico, hanno chiesto al ministero dell’Istruzione, dell’università e della ricerca di procedere alla sospensione della direttrice dell’accademia stessa, Parrilla, e del presidente Borghi, ma a tutt’oggi nessun provvedimento è stato adottato dal Miur. Anzi, nell’aprile scorso il Consiglio di Stato ha dovuto neutralizzare il tentativo dell’attuale vertice dell’Accademia nazionale di danza di annullare la nomina del gruppo dirigente in carica della Fondazione accademia.

Di fronte a questa situazione, il deputato Mario Pepe del Pd ha chiesto al ministro Profumo “quali provvedimenti intenda adottare in merito alla descritta situazione dell’Accademia nazionale di danza ed alle connesse responsabilità e se non ritenga opportuno valutare la sussistenza dei presupposti per sciogliere il consiglio di amministrazione dell’Accademia nazionale di danza, che espressamente parla di cessazione del rapporto per effetto del verificarsi di cause previste dalla normativa vigente”.

Potrebbero interessarti anche