Confindustria Energia, altri due anni di presidenza De Vita

De_Vita_PasqualeA De Vita sarà affiancato il nuovo direttore Pierluigi Renzi. A breve un position paper sulla Strategia Energetica Nazionale

ROMA – Riunito ieri pomeriggio a Roma per approfondire le proposte di rilancio della Federazione che prevedono l’adozione di un nuovo modello organizzativo, il Consiglio Generale di Confindustria Energia ha deliberato all’unanimità di prorogare per un ulteriore biennio il mandato di presidente a Pasquale De Vita, “quale garanzia di continuità, rileva un comunicato, nel momento più delicato per lo sviluppo del progetto”.

Al presidente si affiancherà il nuovo direttore, Pierluigi Renzi, fino al 30 marzo scorso direttore Risorse Umane e Organizzazione di Eni Holding. Nomina che anticipa il nuovo modello organizzativo e, in quanto tale, ha comportato una modifica dello Statuto. Approvata con l’unica astensione del presidente di Assocostieri, Giancarlo Jacorossi, eccependo il fatto che è in scadenza di mandato e che il progetto di rilancio non è stato ancora approvato a livello di associazioni aderenti.

Sulle proposte di rilancio, riferisce Staffetta Quotidiana, il comunicato tiene a sottolineare che esso rispetta “l’autonomia di rappresentanza delle singole associazioni sui temi di business”, a conferma che è stata per il momento accantonata l’ipotesi di trasformare Confindustria Energia in una federazione confindustriale di primo livello, lo stesso per intenderci di Federchimica e Federmeccanica, ipotesi che aveva sollevato non poche perplessità e riserve e avrebbe complicato l’approvazione del progetto.

Tra le iniziative approvate dal Consiglio Generale, la presentazione a breve di un position paper sulla Strategia Energetica Nazionale, per il rilancio della struttura industriale del Paese, per la sua autosufficienza energetica e per lo sviluppo.

Potrebbero interessarti anche