10:22 | Scuola, oggi prova Invalsi esame terza media

Arriva il giorno del giudizio per i quasi 600.000 studenti impegnati con l’esame di terza media: 9 su 10 temono la prova Invalsi che verrà proposta questa mattina. A turbare maggiormente gli studenti è il test di matematica, la più difficile per circa il 60% dei partecipanti alla ricerca online promossa da Skuola.net nei giorni passati e alla quale hanno partecipato circa 780 studenti di terza media.

I motivi vanno sicuramente cercati in una sostanziale differenza tra la forma con cui si propone la prova e quella delle tradizionali verifiche di italiano e di matematica. Tant’è che agli studenti risulta difficile accettare l’impossibilità di utilizzare il vocabolario di italiano o la calcolatrice per i quesiti di matematica.

Quest’anno si comincerà con la prova di italiano: due brani da leggere con relative domande di comprensione del testo, quesiti di analisi grammaticale, 75 minuti di tempo. Dopo un quarto d’ora di pausa, si passa a matematica: quesiti a risposta chiusa e a risposta aperta su geometria, algebra/aritmetica, funzioni, statistica e probabilità, sempre 75 minuti a disposizione. 

L’anno passato gli studenti si cimentarono prima con la matematica e poi con l’italiano. Questa sequenza fu accolta con grande favore proprio perché permetteva di cimentarsi subito con la prova più difficile, senza essere già stanchi. Tuttavia Roberto Ricci, responsabile scientifico dell’Invalsi, assicura ai microfoni di Skuola.net che i dati non mostrano differenze significative sui risultati degli studenti cambiando l’ordine di somministrazione dei test.

Da sottolineare il grande impegno comunicativo profuso dall’ Invalsi per avvicinarsi sempre di più agli studenti, che stentano a capire il senso di queste prove: oggi pomeriggio, a partire dalle ore 16.00, Roberto Ricci sarà collegato in diretta su Skuola.net per una videochat con gli studenti di terza media, volta a rilevare su quali quesiti essi abbiano avuto più difficoltà e a spiegare come andavano risolti.

Si tratta di una riedizione di un’attività svolta in forma sperimentale già nel 2011 e alla quale parteciparono oltre 30.000 studenti. Per seguire l’evento in diretta:http://www.skuola.net/tv/ h.16-17

Potrebbero interessarti anche