In dirittura d’arrivo la storia infinita di Porto Tolle

porto-tolleDopo sette anni di ricorsi e rinvii, il Consiglio di Stato dà ragione all’Enel con alcuni distinguo

ROMA – Dopo i tanti stop and go del passato, la sentenza di ieri del Consiglio di Stato sulla conversione della centrale Enel di Porto Tolle, che rimette sostanzialmente in moto il processo di costruzione, viene accolta negli ambienti energetici con molta prudenza.

La sentenza ha di fatto stabilito che l’amministrazione statale negli atti del procedimento autorizzativo dovrà applicare la nuova normativa regionale del Veneto del luglio 2011 istitutiva del parco del delta del Po, e quella statale che ha superato il blocco della comparazione gas/carbone imponendo comunque il dimezzamento dei limiti di emissione di legge.

Può dunque ripartire il procedimento di Via, Valutazione di impatto ambientale, al termine della quale un decreto del ministero dello Sviluppo economico consentirà di Enel di avviare concretamente i lavori di conversione da olio a carbone della centrale di Porto Tolle.

Il progetto, presentato la prima volta sette anni fa, prevede investimenti complessivi di 2,5 miliardi e oltre 800 posti di lavoro stabili a regime. Il nuovo impianto avrà una potenza inferiore ma sarà dotate tecnologie energetiche più avanzate. Il passaggio al carbone pulito infatti (in luogo dell’olio combustibile) sarà accompagnato dalla riduzione del numero dei gruppi di produzione dell’energia elettrica da quattro a tre, con una potenza installata che passa da 2.640 e 1.980 Mw, l’introduzione di caldaie ad altissima efficienza e sistemi di pulizia dei fumi che consentiranno di abbattere tutte le emissioni oltre il 50% rispetto alle norme generali italiane ed europee a tutela della salute e dell’ambiente.

Gli occupati saranno 380 per l’Enel, più 350 addetti alla manutenzione e 100 addetti alla logistica del carbone. Per l’attività di cantiere della durata di circa 5 anni sono previsti 2.000 lavoratori, in media, con punte di 3.800.

Potrebbero interessarti anche