10:28 | Viterbo, sparano da balcone con fucile ad aria compressa. Denunciati 4 minori

Con una carabina ad aria compressa calibro 4,5 giocavano al tiro al bersaglio, puntando l’arma verso i passanti in strada. Due le persone che ieri, in una via del quartiere Barco, a Viterbo, sono state ferite dai proiettili in piombo sparati da quattro minorenni. I ragazzi, tutti di età compresa tra i 14 e 15 anni, sono stati denunciati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale dei minorenni di Roma dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Viterbo per lesioni personali aggravate in concorso. Poi sono stati affidati ai loro genitori.

Ieri pomeriggio al 112 erano giunte alla centrale operativa del comando provinciale numerose chiamate fatte dai residenti del quartiere Barco che segnalavano la presenza di un possibile squilibrato che stava sparando ai passanti e che aveva già colpito due persone. Sul posto sono arrivati poco dopo i militari.

Le persone ferite erano state colpite da proiettili in piombo, sicuramente sparati da un fucile ad aria compressa, e visto che entrambe le persone erano state colpite mentre erano dallo stesso lato della strada, ricostruendo la traiettoria dei proiettili, i carabinieri sono riusciti a individuare il balcone dove il cecchino si era appostato.

Ma a sparare e creare il panico ieri pomeriggio non è stata alcuna persona affetta da disturbi bensì un gruppo di ragazzini, che per gioco aveva organizzato un vero tiro al bersaglio tra i passanti nella via sottostante all’ abitazione di uno di loro. Un uomo è stato colpito a un polpaccio e una donna al mignolo di una mano, riportando lesioni che presso il pronto soccorso dell’ospedale di Viterbo sono state medicate.

Alla donna, che ha sporto denuncia presso la Questura, è stato anche estratto il proiettile dal dito. I carabinieri hanno sequestrato una carabina di precisione ad aria compressa calibro 4,5.

Potrebbero interessarti anche