Cittadinanzattiva, Gaudioso nuovo segretario generale

cittadinanzattivaEletto anche Marco Frey alla presidenza. Tracciati gli obiettivi per i prossimi anni tra cui politiche sociali e salute

 

ROMA – Antonio Gaudioso è il nuovo segretario generale di Cittadinanzattiva, neo presidente del movimento è Marco Frey. Entrambe le elezioni chiudono il IV Congresso nazionale di Cittadinanzattiva “Italia: punto e a capo. Innovazione, costruzione e fiducia”, tenutosi a Chianciano Terme.

Antonio Gaudioso, 40 anni a luglio, laureato in Scienze politiche, succede a Teresa Petrangolini. Da 16 anni nel movimento, Gaudioso ha ricoperto dal 2002 l’incarico di vicesegretario generale di Cittadinanzattiva, si è occupato a lungo di raccolta fondi e di politiche europee. È stato fra i promotori di un percorso di responsabilità sociale di impresa a livello nazionale ed internazionale, contribuendo alla costituzione del Global Compact Network Italia.

Marco Frey, laureato nel 1986 in Discipline Economiche e Sociali all’Università Bocconi, professore ordinario presso la Scuola Superiore S. Anna di Pisa, subentra ad Alessio Terzi. Frey è da tempo impegnato nel mondo universitario, in quello civico e a supporto delle Istituzioni sui temi della tutela e della salvaguardia dell’ambiente, nella tutela dei diritti umani e nella lotta alla corruzione, sulle questioni inerenti la sicurezza e salute sul lavoro.

Cittadinanzattiva, il movimento di partecipazione civica nato nel 1978, conta oggi 107.000 aderenti. Otto le associazioni federate: Fand (diabetici), UILDM (distrofia muscolare), Parent Project (Distrofia di Duchenne), Uniamo (malattie rare), Anmar (malati reumatici), Dirigenti della Giustizia, Cercasi un fine, ed ex Allievi della Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione. 21 segreterie regionali (con 7 segretari nuovi, eletti negli ultimi Congressi regionali), con la presenza di 273 assemblee territoriali e circa 1000 delegati regionali, che hanno eletto i 386 delegati nazionali.

Sono attivi 75 centri di tutela in 16 Regioni con 208 operatori formati in base alla metodologia PIT, per informare, orientare e dare assistenza ai cittadini nel campo della salute, dei diritti dei consumatori, della giustizia. 304 sono le sezioni del Tribunale per i diritti del malato all’interno delle strutture sanitarie.

Fra le priorità di intervento per i prossimi anni individuate dal Congresso nazionale di Cittadinanzattiva:
• connettere le politiche storiche di promozione e tutela dei diritti con le attuali istanze sociali, che impattano in maniera significativa sulla qualità di vita delle persone;
• avviare un percorso che metta al centro la lotta per la legalità e contro la corruzione e rafforzi il servizio giustizia;
• rafforzare le politiche di tutela della salute affrontando in maniera incisiva il tema dell’accesso e la qualità delle cure ed il legame tra salute ed ambiente di vita;
• richiamare il governo e le regioni ad interventi concreti sul tema delle politiche sociali;
• sviluppare una strategia di politica e azione civica finalizzata ad una concreta assunzione del punto di vista civico da parte degli amministratori dei beni e servizi pubblici.

Potrebbero interessarti anche