11:37 | Acea, commissione bilancio approva maxi emendamento

Nonostante le proteste dell’opposizione che ha chiesto di avere il tempo di leggere il nuovo maxi-emendamento, il testo è stato votato e approvato. La Commissione Bilancio si è chiusa tra le proteste dell’opposizione.

Il nuovo emendamento rispetto al precedente ha due modifiche. In particolare: l’ inserimento in Holding di Acea Spa e la cessione, che dovrà essere effettuata mediante procedure di trasparenza, delle azioni alla Cassa Depositi e Prestiti.

Le due modifiche al precedente maxi-emendamento sono al punto 6-bis e 15: “autorizzare sin d’ ora la sottoscrizione dell’aumento del capitale sociale della costituenda società Roma Capitale Holding Spa, mediante conferimento della partecipazione in Acea Spa da attuare ad esito del completamento dell’operazione di dismissione”.

La seconda modifica, invece, prevede che “la dismissione di una quota di partecipazioni azionarie pari al 21 per cento della società quotata Acea Spa dovrà essere effettuata mediante procedure trasparenti e competitive, privilegiando prioritariamente l’opzione di cedere le quote suddette al Fondo mobiliare di Cassa Depositi e Prestiti nell’ottica di favorire il processo di aggregazione industriale e di rilancio delle aziende dei servizi su scala nazionale promosso dal Governo”.

Dopo la votazione in Commissione Bilancio del maxi-emendamento, l’opposizione occupa l’Aula. Su diversi scranni i cartelli “Giù le mani dall’Acqua Pubblica”, “No alla svendita”.

“L’emendamento a mia firma approvato questa mattina dalla commissione Bilancio introduce rilevanti novità quali l’inserimento di Acea spa nella holding e il privilegiare l’opzione di cedere le quote al fondo mobiliare di Cassa Depositi e Prestiti, nell’ottica di favorire il processo di aggregazione industriale e di rilancio delle aziende dei servizi pubblici su scala nazionale promosso dal Governo”. Lo dichiara Federico Guidi, presidente della Commissione Bilancio di Roma Capitale.

“Il documento – aggiunge – è stato messo in votazione dopo un esame articolato ed approfondito ed un’ ampia e partecipata discussione, alla quale hanno preso parte numerosi consiglieri di maggioranza e di opposizione, tra cui i vice presidenti Ferrari e Siclari, i consiglieri Gazzellone, Cassone, De Luca, Cirinnà, Valeriani, Vigna, Onorato, Azuni, Stampete”.

“Da stigmatizzare – conclude Guidi – il comportamento dell’opposizione che ha tentato, ancora una volta, con atteggiamenti ostruzionistici e offensivi, di impedire una discussione pacata e ragionata. Ora il maxi emendamento arriva all’attenzione dell’aula, costituendo un’ottima sintesi tra le varie proposte migliorative della delibera stessa”.

Potrebbero interessarti anche