Spazio, una donna italiana in orbita nel 2014

cristoforettiSarà la 35enne milanese Samantha Cristoforetti, settimo astronauta italiano, la prima donna tricolore nello spazio

 

ROMA – Sarà la 35enne milanese Samantha Cristoforetti, settimo astronauta italiano, la prima donna tricolore nello spazio. Ad annunciarlo in una conferenza stampa presso l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) il presidente, Enrico Saggese e il direttore dei voli umani dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA), Thomas Reiter.

Il capitano Samantha Cristoforetti partirà a novembre del 2014 per una missione di lunga durata a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) che raggiungerà a bordo di una navicella spaziale Soyuz. La sua missione durerà circa sei mesi, duranti i quali, la nostra astronauta, cui è stato assegnato anche il compito di ingegnere di bordo della Soyuz, svolgerà diversi esperimenti di carattere scientifico, medico e farmaceutico.

“Per ora il programma specifico della missione – ha detto oggi Cristoforetti – deve ancora essere definito. Di certo c’è che a bordo della Soyuz avrò il compito di supportare il comandante nelle attività più delicate del volo, ovvero l’attracco alla Stazione Spaziale e il rientro a Terra”.

L’opportunità di volo della Cristoforetti, è stata resa possibile grazie all’ accordo tra l’Agenzia Spaziale Italiana e la NASA per consentire agli astronauti italiani di volare addestrandosi nel corpo astronauti dell’Agenzia Spazia le Europea (ESA). ”E’ una grande soddisfazione – ha sottolineato Thomas Reiter, Direttore ESA dei Voli Abitati e delle Operazioni – vedere assegnato a una nuova missione nello Spazio il terzo astronauta europeo della classe di reclutamento del 2009”.

“La conferma della data di lancio per Samantha Cristoforetti è la testimonianza – ricorda il presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana, Enrico Saggese – di una avventura di grande successo nella quale il nostro Paese e’ riuscito a fare sistema e a porsi all’ attenzione internazionale”.

“Con orgoglio – ha aggiunto Saggese – sottolineo che in questo momento nel Corpo degli astronauti dell’ESA sono presenti quattro italiani, come presidente dell’Agenzia Spaziale italiana e come italiano sono particolarmente fiero che anche la prima donna italiana possa volare nello spazio. I nostri astronauti sono – sottolinea Saggese – gli ambasciatori della grande professionalità, precisione e competenza che l’Italia ha nel comparto spaziale.

La missione di Cristoforetti, che seguirà quella di Luca Parmitano nel 2013, sarà il coronamento di una straordinaria stagione di voli umani spaziali, un grande traguardo tecnologico che ci permetterà di sfruttare a pieno quel grande laboratorio orbitante che è la Stazione Spaziale Internazionale. Sulla Stazione abbiamo creduto e investito molto, intellettualmente e industrialmente, tanto da essere tra i primi attori per realizzazioni di strutture adatte alla vita nello spazio e per numero di astronauti”.

Potrebbero interessarti anche