Il gen Ciceri nuovo capo di Stato Maggiore dei Carabinieri

carabinieriLascia dopo quasi due anni il comando della Legione Carabinieri Lazio. Non ancora nominato il successore

ROMA – Il generale di brigata Ilio Ciceri lascia dopo circa due anni il comando della Legione Lazio per andare ad assumere la carica di Capo di Stato Maggiore dell’Arma del Carabinieri. Comandante di provata esperienza e professionalità, il generale viene salutato in queste ore da tutte le autorità degli enti locali e dalle massime istituzioni dello Stato.

Ciceri, 57 anni, ha frequentato i corsi dell’Accademia Militare di Modena e della Scuola di applicazione carabinieri in Roma. Laureato in giurisprudenza e in scienze politiche, è in possesso del master in «Scienze Strategiche» ed ha frequentato il 114 Corso Superiore di Stato Maggiore, nonchè il Course of International Orientation for Senior Civil Servants.

Nel corso della carriera ha ricoperto vari incarichi operativi a Milano, Venezia e Napoli. Da ufficiale superiore ha guidato l’Ufficio criminalità organizzata e l’Ufficio operazioni del Comando Generale dell’Arma. Ha altresì assolto l’incarico di rappresentante nazionale della Rete europea di prevenzione della criminalità (Eucpn) e ne ha retto la guida nel semestre di Presidenza Italiana dell’UE (luglio–dicembre 2003). Di seguito ha assunto la carica di Capo del II Reparto del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, cui sono devoluti il coordinamento dell’attività operativa dell’Arma in ambito nazionale nonchè la responsabilità per la pianificazione e l’impiego dei Carabinieri nelle missioni all’estero. Dal 2009 al settembre 2010 era già stato Sottocapo di Stato Maggiore del Comando Generale.

In attesa della nomina del successore a Piazza del Popolo, il comando della Legione Lazio viene assunto ad interim dal vice comandante.

Potrebbero interessarti anche