Giustizia minorile, Caterina Chinnici nuovo capo dipartimento

caterina_chinniciLa più giovane magistrato in Italia a capo di un ufficio giudiziario. Subentra a Manuela Romei Pasetti

 

ROMA – Sarà Caterina Chinnici, figlia del giudice istruttore Rocco Chinnici ucciso dalla mafia nel 1983, il nuovo responsabile del Dipartimento della Giustizia Minorile del ministero della Giustizia. Alla guida di uno dei più delicati settori del dicastero di Via Arenula il Guardasigilli Paola Severino ha così scelto un magistrato con alle spalle una lunga e approfondita esperienza nel campo dei minori.

“Ringrazio Caterina Chinnici per aver accettato un incarico gravoso al quale saprà dare un fondamentale contributo di professionalità e di competenza acquisite in anni di intenso lavoro in qualità di magistrato minorile, nonché di esperto ministeriale nei campi delle adozioni internazionali e della devianza minorile”, ha affermato il ministro Severino.

Caterina Chinnici è stata la più giovane magistrato in Italia nominato capo di un ufficio giudiziario, quello di procuratore della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Caltanissetta, dal 1995 al 2008, e presso il Tribunale per i minorenni di Palermo, dal 2008 al 2009.

Numerosi gli incarichi di consulenza e di collaborazione che ha ricoperto al ministero della Giustizia e presso la Presidenza del Consiglio dei ministri prima di accettare l’incarico, nel giugno del 2009, di Assessore nel Governo della Regione Sicilia. Al Dipartimento della Giustizia minorile Caterina Chinnici subentra a Manuela Romei Pasetti, dimessasi lo scorso marzo per motivi personali.

Potrebbero interessarti anche